Elezioni, schede occultate: nel seggio arrivano i carabinieri

La sezione elettorale è stata chiusa per qualche ora per accertamenti

foto de crist

I Carabinieri sono intervenuti nella sezione elettorale di via Flavio Gioia a Procida per presunte violazioni e irregolarità. Il sindaco Dino Ambrosino ha sostituito presidente e segretario del seggio. Dieci schede elettorali timbrate sono state trovate in un cassetto del seggio dopo la chiusura delle operazioni di preparazione al voto e la cosa è stata segnalata alle autorità. Ieri sera tutti i componenti del seggio sono stati ascoltati nella caserma dei carabinieri. Le operazioni di voto nel seggio sono iniziate con circa due ore di ritardo ma procedono regolarmente.

A Procida si vota anche per le comunali per eleggere il nuovo sindaco, oltre che per le Regionali e per il Referendum.

Due i candidati: il sindaco uscente Dino Ambrosino e Luigi Muro.

REPLICA

Sul sito Facebook di uno degli schieramenti politici in campo arriva la versione di persone vicine alla presidente di seggio al centro del caso: "Non si è trattato di rimozione del presidente di seggio per presunte irregolarità ma di dimissioni volontarie del presidente per garantire la serenità del voto. Non vi è stata alcuna sottrazione di schede elettorali ma una denuncia di una sostenitrice dello schieramento avverso. Parliamo di schede bianche, inutilizzabili al fine di qualsiasi eventuale irregolarità".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dimagrire velocemente: la dieta Kempner per perdere fino a 20 chili in un mese

  • Il rider rapinato è ancora senza lavoro: rifiutate due offerte

  • Campania zona gialla per cinque giorni: cosa si potrà fare e cosa no

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Campania zona gialla, ristoranti e bar con servizio al tavolo e al via i saldi invernali

  • Acqua, bicarbonato e limone: benefici e controindicazioni

Torna su
NapoliToday è in caricamento