Salvini a Napoli: "Emergenza rifiuti alle porte, ora nuovi termovalorizzatori"

Ad un mese dall'ultima visita è tornato a presiedere il Comitato per l’ordine e la sicurezza. "De Magistris si oppone ai termovalorizzatori? Allora se li mangi i rifiuti"

Salvini a Napoli (Foto De Cristofaro)

Decine di sostenitori dietro le transenne, imponenti misure di sicurezza: il ministro dell’Interno Matteo Salvini è tornato oggi a Napoli ad un mese dalla precedente visita per presiedere in Prefettura il Comitato per l’ordine e la sicurezza. Presenti anche il sindaco di Napoli Luigi de Magistris e il prefetto di Napoli Carmela Pagano.

Il vicepremier e leader della Lega è arrivato poco prima delle 9.30, in anticipo sulla tabella di marcia inizialmente prevista. Dopo la riunione del Comitato, ha incontrato la stampa poco dopo le 12.

La conferenza stampa

"La speranza tornerà ad abbracciare questa splendida città che mi ha accolto ancora una volta benissimo al di là dei soliti deficienti dei centri sociali", sono le parole del Ministro dell'Interno, che ha oggi preannunciato una nuova emergenza rifiuti alle porte e la sua proposta di costruire un termovalorizzatore per ogni provincia della Campania.

"Partiamo dal bicchiere mezzo pieno - ha detto il ministro - Decreto sicurezza: saranno assunti 106 vigili urbani a napoli, sei mesi perché i depositi dei motorini sequestrati vengano svuotati, al momento restano lì anni. Ci saranno sgomberi a Napoli e provincia per quanto riguarda i palazzi occupati abusivamente. C'è già un cronoprogramma, con precedenza alle case pericolanti e a quelle occupate dalla camorra. De Magistris dice di sgomberare lo Stato dalla mafia anziché i centri sociali? Si commenta da solo. Non partiremo da quelli comunque, lì servirebbe assistenza sociale piuttosto".

La nota dolente, per Salvini, è la gestione dei rifiuti. "Non so cosa abbiano fatto gli amministratori fino ad oggi, ma in fatto di rifiuti in Campania siamo alle porte di una nuova emergenza. A metà gennaio va in manutenzione Acerra, che funzionerà ad un terzo di un regime già adesso non sufficiente. C'è stata una incapacità folle, dall'emergenza del 2008 a oggi siamo tornati indietro anziché migliorare. Dico e penso a incapacità perché non voglio dire che qualcuno ha interessi. La delinquenza gestisce il racket dei rifiuti. Voglio pensare sia solo incapacità quella che ha portato all'attuale situazione: in Campania è a rischio la salute dei cittadini come in nessuna regione italiana. Questo è un sistema che nel nome del business e della camorra coinvolge non dico tutti ma tanti".

MOVIMENTO CINQUE STELLE CONTRO SALVINI SUI RIFIUTI

"Gli Ato sono allo sbando - ha aggiunto Salvini - e chiederò il commissariamento. Occorre il coraggio di dire che serve un termovalorizzatore per ogni provincia, non c'è alcun impatto sulla salute, è comprovato. È materia di legge regionale? Se so che qualcuno mi sta portando verso il disastro, devo agireNon vorrei doverli imporre. Se c'e di mezzo la dalute pubblica e incoscienza degli amministratori, vanno imposti e troveremo noi i luoghi. De Magistris è contrario? Se li mangi i rifiuti allora".

Il leader della Lega ha parlato anche di altri temi. Sui minori: "Felice abbiano condannato gli aggressori di Arturo. Il Prefetto ha fatto una cosa importante, riunire i presidi delle scuole. Adesso dopo qualche giorno scatta l'allarme sull'assenza dalle lezioni, la dispersione va combattuta. A breve termine gli si aumentano le pene e si aumentano i controlli, a lungo termine si agisce su scuola e lavoro".
Sull'immigrazione e sui parcheggiatori: "Al Vasto abbiamo alleggerito di 150 unità la presenza di immigrati. Sempre al Vasto ne abbiamo identificato 326. Nel decreto sicurezza contro di loro ci sarà una norma penale". E infine sullo spaccio: "Le piazze di spaccio sono da disinfestare, gli spacciatori andrebbero trattati come gli assassini, proporrò inasprimenti di pena per loro".

A margine

Poco prima Salvini si era affacciato ad una finestra della Prefettura per fumare una sigaretta, raccogliendo i "Matteo, Matteo" dei sostenitori. Scontri tra contestatori e forze dell'ordine si sono invece verificati all'interno della Galleria Umberto: uno studente di 15 anni ha riportato nei tafferugli una ferita alla testa.

Inoltre, prima della conferenza con i giornalisti, Salvini aveva tenuto un incontro con una delegazione di parroci del Napoletano, impegnati nella Terra dei Fuochi ed in zone sotto lo scacco della camorra.

Scontri in Galleria Umberto, ferito un 15enne

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • Tutto sulla dieta che ha restituito a Fiorello la sua forma smagliante

  • Fuga d'amore a Dubai per Tony e Tina Colombo: le foto bollenti

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Cade dal balcone di casa: 40enne trasportata in gravi condizioni in ospedale

  • Paura a Scampia, esplosione in un appartamento: fiamme devastano abitazione

Torna su
NapoliToday è in caricamento