Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

Salvini loda Maresca e chiarisce: "Mi scuso per i cori da stadio volgari. Ho aiutato Napoli con i fatti"

"Maresca è persona di valore, sarebbe un sindaco perfetto per Napoli dopo troppi anni di malgoverno". L'intervista di NapoliToday a Matteo Salvini

La candidatura di Catello Maresca come sindaco di Napoli è stata accolta con grande entusiasmo nel centrodestra, anche se il pm in aspettativa ha preferito smarcarsi dai partiti, dichiarandosi pronto a dialogare con tutti.

NapoliToday ha intervistato il senatore Matteo Salvini che ha ribadito il suo gradimento per Maresca, non lesinando critiche a quello che definisce il "malgoverno della sinistra in città".

- Salvini, Maresca ha annunciato la sua candidatura. Che sindaco sarebbe per Napoli?                                                          
"Maresca è persona di valore, sarebbe un sindaco perfetto per Napoli dopo troppi anni di malgoverno". 

-Oltre a definirsi "moderato e cattolico" sembra volersi smarcare dai partiti, come ha preso questa sua posizione?   
"Con grande interesse. Siamo pronti ad approfondire le sue proposte: come abbiamo sempre detto, prima vengono le idee e le proposte e poi i discorsi di partito. La stella polare dev’essere la tutela di Napoli e dei napoletano". 

- E all'invito che le ha lanciato di venire a Napoli per "rimangiare gli insulti alla città" cosa risponde?                       
"Ho già chiarito che le scuse per dei cori da stadio volgari e irrispettosi le ho fatte più volte, ma soprattutto ho risposto aiutando Napoli coi fatti. Ricordo che, quando ero al ministero dell’Interno, in provincia di Napoli erano arrivati 1,43 milioni di euro per la videosorveglianza, 4,21 milioni di euro per 53 comuni sotto i 20.000 abitanti, 6,7 milioni di euro di Fondi per la sicurezza urbana.
Era stata rafforzata la questura con nuove assunzioni e ci fu la norma sulla rottamazione dei motorini sequestrati chiesta proprio dal Comune di Napoli. Avevo voluto fortemente il comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza a Castel Volturno. La Lega, attraverso i suoi ministri, sta seguendo il caso Whirpool con Giorgetti. Garavaglia ha già parlato dell’importanza del turismo per la Campania, Erika Stefani è in contatto con molte associazioni napoletane, non abbassiamo l’attenzione sulla riqualificazione delle periferie come quella del Vasto".

-Il tema del buco di 3 miliardi di euro è centrale e blocca ogni prospettiva di crescita per la città. Di chi sono le responsabilità e quali potrebbero essere le soluzioni?  
"Le responsabilità sono di chi ha male amministrato la città, ed è una colpa da attribuire integralmente alla sinistra. Ora serve intervenire per non far ricadere sui cittadini le conseguenze negative di una classe dirigente incapace e che ha ferito Napoli". 

- Storicamente c'è sempre stata una netta prevalenza di sindaci di centrosinistra a Napoli. Perchè i napoletani dovrebbero votare Maresca e come giudica gli altri candidati, Manfredi, Bassolino, Clemente e D'Angelo?            
"Perché la sinistra ha disastrato i conti della città, perché Napoli merita più attenzione a partire dalle periferie, perché la sinistra è inaffidabile. Non mi piace parlar male delle altre persone, mi limito a ribadire che Maresca è un candidato di valore e tutto il centrodestra ha il dovere di guardarlo con interesse". 

-Per il consiglio comunale quali sono i candidati ideali per la Lega?
"Le nostre liste sono pronte, i nostri candidati sono persone perbene e capaci. Sapremo offrire buone soluzioni per Napoli, come già facciamo negli 800 comuni che hanno sindaci della Lega da Nord a Sud".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salvini loda Maresca e chiarisce: "Mi scuso per i cori da stadio volgari. Ho aiutato Napoli con i fatti"

NapoliToday è in caricamento