menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ronde a Napoli: Rispoli lancia l'appello Un sindaco risponde

Le ronde, anche chiamati osservatori volontari, a Napoli sono necessarie per: "Il rispetto da parte dei cittadini e dei commercianti delle regole per il deposito dei rifiuti, l'assistenza a persone senza fissa dimora, la lotta al degrado urbano", dice Luigi Rispoli e il primo sindaco del napoletano risponde lanciando l'appello per il reclutamento

"Credo che nelle nostre città non ci sia bisogno di ronde o cose simili, ma solo di volontari per la sicurezza impegnati nella lotta al degrado urbano e in iniziative di sostegno ai cittadini", a parlare è Luigi Rispoli, Presidente del Consiglio Provinciale di Napoli.

Non vuole sentir parlare di ronde Rispoli, piuttosto di "osservatori volontarì e quindi di volontariato per la sicurezza territoriale".

Saranno i Sindaci a decidere se e dove si faranno, prosegue, consigliando: "Un'attività di controllo territoriale organizzata, che dovrà aderire al regolamento presentato dal Ministro Maroni e che sia in grado di mobilitare i cittadini onesti coinvolgendoli in attività che evitino il degrado e l'illegalità diffusa segnalando, quando necessario, la presenza di criminalità".

E indicando alcuni punti critici per la città di Napoli: "Penso a forme di controllo che riguardino il rispetto da parte dei cittadini e dei commercianti delle regole per il deposito dei rifiuti, l'assistenza a persone senza fissa dimora, così come la lotta al degrado urbano".

E a questa forma di appello iniziano ad arrivare le prime risposte. A.A.A. cercasi volontari per ronde cittadine: è la richiesta a tutti i cittadini lanciata dall'amministrazione comunale di Cercola  che ha invitato le associazioni ed i cittadini del paese a manifestare la propria adesione all'iniziativa.

"Lo scopo - ha precisato Pasquale Tammaro sindaco di centro-destra - è quello di collaborare con le forze dell'ordine nel rispetto del decreto governativo sulla sicurezza ed in sintonia con il senso civico di ogni singolo cittadino. Finora, però, sono poche le persone che hanno risposto all'invito, ma c'é tempo per manifestare la propria disponibilità ed essere inseriti nel costituendo albo prefettizio".
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento