rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Emergenza rifiuti, Maroni: "Violenza non accettabile, giù le armi a Terzigno"

Il ministro dell'Interno parla degli attacchi nei confronti delle forze dell'ordine. "Faccio un invito a tutti a deporre le armi, altrimenti sarà necessario intervenire in modo più duro di quanto non si sia fatto finora"

Interpellato al suo arrivo a un incontro con gli studenti di Varese sulla lotta alla criminalità organizzata il ministro dell'Interno, Roberto Maroni, si è espresso in merito ai frequenti sugli scontri in Campania per i rifiuti.

Il suo pensiero circa la violenza nei confronti delle forze dell'ordine a Tezigno. "Questo non è più accettabile, per cui faccio un invito a tutti a deporre le armi, altrimenti credo che sarà necessario intervenire in modo più duro di quanto non si sia fatto finora. Attaccarli di notte a sprangate e a sassate mi sembra non sia degno di un confronto duro ma responsabile".

E a proposito del confronto in corso per trovare una soluzione, il ministro dell'Interno ha osservato che "c'é una trattativa in corso gestita per conto del governo dal sottosegretario Bertolaso" e si è mostrato certo "che presto si troverà una soluzione adeguata".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza rifiuti, Maroni: "Violenza non accettabile, giù le armi a Terzigno"

NapoliToday è in caricamento