De Magistris: "Non capisco perchè si possa andare in discoteca e non allo stadio con giusto distanziamento"

Il Sindaco di Napoli sullo sport ai tempi del Covid-19: "Mi auguro che a settembre gli stadi possano riaprire"

De Magistris

"Mi auguro che da settembre si possa tornare negli stadi e si possa tifare. Il calcio senza spettatori non è calcio, è allenamento. Queste partite per me non sono partite". Così il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, a margine della presentazione del Napoli Calcio Femminile nel cortile del Maschio Angioino, ha parlato dello sport ai tempi del Covid-19.

"Non riesco a comprendere perchè ai tempi del lockdown si consenta di andare ad esempio in discoteca, dove si sta uno addosso all'altro, e poi non si possa andare in uno stadio con il giusto distanziamento sociale, come al San Paolo ad esempio, un impianto di 60mila posti. Perchè non possono andare i 13mila abbonati, con un distanziamento di 4 metri? Mi auguro che a settembre la situazione sanitaria sia sotto controllo e soprattutto, seppur con dei limiti, gli spettatori possano tornare allo stadio. Il giocatore quando va allo stadio deve sentire il tifo, lo sappiamo bene noi a Napoli", ha spiegato il primo cittadino partenopeo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Reddito di Cittadinanza, in 24 trovano lavoro: ecco cosa faranno

  • Grave lutto per Salvatore Esposito: “Il Covid se l'è portato via”

  • Grave lutto scuote Napoli, muore 24enne incinta al quarto mese

  • Coronavirus, Campania zona gialla da lunedì 18 gennaio: l'indice Rt è inferiore a 1

  • Il gelo invade la Campania: arriva la prima neve su Napoli

  • Un Posto al Sole, anticipazioni dal 18 al 22 gennaio (giorno per giorno)

Torna su
NapoliToday è in caricamento