menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Corruzione, respinta nuova richiesta di arresto per Cosentino

Il gip del Tribunale di Napoli Raffaele Piccirillo ha respinto una nuova richiesta di arresto nei confronti del sottosegretario Nicola Cosentino. L'ipotesi di reato formulata nei suoi confronti sarebbe di corruzione

Una nuova richiesta di arresto, dopo quella che fece esplodere nei mesi scorsi il “caso Cosentino”, è stata avanzata dalla procura di Napoli nei confronti di Nicola Cosentino. Questa volta però, il gip del Tribunale di Napoli Raffaele Piccirillo ha respinto la richiesta che è nata da un'inchiesta sullo smaltimento rifiuti a Napoli.

L'inchiesta è quella che ha portato all'arresto dell'imprenditore Cipriano Chianese con l'accusa di estorsione nell'ambito dello smaltimento rifiuti durante l'emergenza.

Il coinvolgimento di Cosentino nella nuova inchiesta, secondo quanto si è appreso, farebbe riferimento in particolare al suo ruolo nell'Impregeco, un consorzio realizzato per lo smaltimento dei rifiuti.

L'ipotesi di reato formulata nei suoi confronti sarebbe di corruzione, in concorso con altri indagati, tra i quali Giuseppe Valente, presidente del consorzio e ritenuto uomo vicino a Cosentino.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento