menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Relazione sull'attuazione del programma: a via Verdi parlano gli 11 assessori

Consiglio comunale atipico. All'ordine del giorno la relazione del sindaco sull'attuazione del programma ma il sindaco è stato l'unico a non parlare. La Giunta ha presentato 11 relazioni, slitta al 12 gennaio quella del primo cittadino

Sono state 11 e non una le relazioni presentate questa mattina in Consiglio comunale. All'ordine dei lavori era prevista la relazione del sindaco sullo sullo stato di attuazione delle linee programmatiche ma il primo cittadino ha scelto una formula irrituale per aggiornare l'aula di via Verdi, preferendo che ogni assessore facesse una relazione per il ramo che gli compete e riservandosi di parlare all'aula per ultimo, traendo le conclusioni politiche e amministrative.

I consiglieri d'opposizione, che avevano richiesto questo confronto in aula, non hanno gradito molto la scelta del primo cittadino.

"Vedo una mancanza di rispetto del sindaco non riferire in prima persona sul programma", ha affermato la consigliera comunale e deputata uscente del Partito Democratico, Valeria Valente che ha espresso le perplessità di quasi tutte le opposizioni in consiglio." Ci saremmo aspettati un'assunzione di responsabilità di fronte alla richiesta delle opposizioni e del consiglio tutto", ha proseguito l'esponente Dem che ha letto la scelta del sindaco come "un ennesimo deviare dalle proprie responsabilità".

Il sindaco ha però spiegato che per lui quella di oggi era "una giornata di verifica molto seria, perciò volevo che fossero gli assessori a illustrare al consiglio, quello che è stato fatto in un anno e mezzo".

Il consiglio è andato avanti, gli assessori hanno esposto le loro relazioni, che la consigliera comunale e deputata uscente di Forza Italia, Mara Carfagna ha trovato più simili a "narrazioni fantasiose, che contrastano con la realtà, con la quotidianità, di chi vive fuori da questi palazzi", ma il sindaco non ha concluso i lavori.

A chiedere che la seduta di consiglio potesse finire dopo le relazioni della Giunta è stato il consigliere comunale del gruppo misto-Fratelli d'Italia Andrea Santoro che con una proposta, approvata all'unanimità dal consiglio, ha rimandato al 12 gennaio la relazione del numero uno di Palazzo San Giacomo. Santoro ha chiesto, a nome anche di altri consiglieri, di poter studiare le relazioni degli assessori prima del discorso conclusivo del sindaco e di rimandare il dibattito ad altra data. Tutti concordi, anche il primo cittadino che ha riconosciuto il lavoro fatto oggi come "molto proficuo". 

"Sono intervenuti tutti gli assessori", ha spiegato  il numero uno di Palazzo San Giacomo, "io avrei concluso gli interventi dell'amministrazione con la mia relazione, l'opposizione ha chiesto invece un rinvio per ascoltare il mio intervento in una prossima seduta e aprire poi il dibattito. Un momento di confronto importante tra maggioranza e opposizione, in cui possono venire fuori anche idee per rafforzare il programma della nostra amministrazione". "Tante cose sono state fatte",ha concluso de Magistris, "e tante ancora se ne devono fare, quindi questo 2018 si è aperto all'insegna di un lavoro importante che stiamo mettendo in campo per attuare il nostro programma".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento