menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vincono i Sì: in piazza si brinda con l'acqua pubblica

Quorum raggiunto, vincono i sì. I comitati promotori dei referendum organizzano festeggiamenti nelle piazze italiane. L'appuntamento napoletano è per le 18.30 a Piazza del Gesù

Mentre si appresta a concludersi anche quest’ultima vicenda referendaria, che ha visto mobilitarsi una fetta sostanziosa della società civile oltre che gran parte del mondo della cultura e della spettacolo italiano, in tutta Italia si preparano i festeggiamenti per l’ormai sicura vittoria dei Sì ai quattro quesiti (acqua pubblica, nucleare e legittimo impedimento). In moltissime piazze della penisola i comitati promotori del referendum stanno organizzando incontri e manifestazioni per questo strabiliante risultato, che non si raggiungeva da moltissimi anni (16 anni dall’ultima volta che si è raggiunto il quorum ad una tornata elettorale referendaria).

A Roma il “popolo del sì” si è riunito nei pressi della Bocca della Verità per aspettare tutti insieme i risultati definitivi, in un clima già palesemente di gioia e di festa dopo i primi intention poll. Intanto, dopo il passaparola iniziato sul web, ovunque la folla ha cominciato a riversarsi spontaneamente per le strade brindando alla vittoria rigorosamente “con bicchieri di freschissima acqua pubblica”.

Anche all’ombra del Vesuvio, questa sera, si farà festa per gli straordinari obiettivi raggiunti, fanno sapere gli organizzatori che in questi ultimi mesi hanno messo in campo decine di iniziative per sensibilizzare la cittadinanza circa i temi posti a referendum. Il Comitato campano per l’acqua pubblica lancia sul social network Facebook l’invito a partecipare ad una grande ed improvvisata festa a Piazza del Gesù per il risultato positivo raggiunto con il referendum appena concluso. L’appuntamento è quindi fissato per le ore 18.30 nella storica piazza partenopea.


Ricordiamo che in questa occasione Napoli si è attestata intorno al 47,27%, restando sotto la media nazionale. In provincia, però, non mancano le eccezioni “virtuose” come nel caso di Castellammare di Stabia con oltre il 60% e Mugnano di Napoli che segue il trend del paese con quasi il 57% degli aventi diritto al voto che si sono recati alle urne.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento