Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Raffaele Cantone lascia l'anticorruzione: potrebbe tornare a Torre Annunziata

La decisione arriva con un anno di anticipo rispetto alla scadenza del mandato

Salvini e Cantone, Ansa

Raffale Cantone lascia la carica di presidente dell'Autorità anticorruzione (l'Anac) per tornare a fare il magistrato. Secondo le indiscrezioni circolate nelle ultime ore, avrebbe già presentato richiesta al Csm per le sedi di Torre Annunziata, Perugia o Frosinone.

La decisione pare derivare soprattutto dalla mancanza di sintonia con l'attuale governo, in particolar modo con Giuseppe Conte , Matteo Salvini e Luigi Di Maio. Anche la legge "anticorruzione" dell'esecutivo non ha mai convinto l'ex magistrato partenopeo.

"Mi sono sentito sopportato e siccome non sono uomo per tutte le stagioni ho meditato a lungo e poi ho capito che era arrivato il momento di tornare a fare il mio mestiere", sono le parole di Cantone, il cui mandato all'Anac sarebbe scaduto il 2020.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffaele Cantone lascia l'anticorruzione: potrebbe tornare a Torre Annunziata

NapoliToday è in caricamento