Politica

Città Metropolitane, Pentangelo: "Credo partiranno molti ricorsi al Tar"

Il presidente della Provincia di Napoli è critico verso la riforma varata dal disegno di legge Delrio: "Legge confusa e confusionaria. Manderà in crisi il sistema"

"Eravamo e siamo per l’abolizione delle Province e la costituzione delle Città metropolitane, ma attraverso un processo che non metta in crisi il sistema come inevitabilmente accadrà con questa legge confusa e confusionaria". Così il presidente della Provincia di Napoli Antonio Pentangelo ha commentato la riforma delle province voluta dal Governo Renzi attraverso il disegno di legge Delrio, approvato dalla Camera nella giornata di giovedì.

"Ieri l’on. Brunetta, in aula alla Camera, ha giustamente gridato al golpe perché in nome di un falso segnale da dare all’opinione pubblica è stata presa letteralmente a schiaffi la Costituzione, e credo che di qui a breve da più fronti partiranno ricorsi al Tar riguardo a molti punti di questa legge-pasticcio. E' impensabile, ad esempio - ha proseguito Pentangelo - che il sindaco di una città capoluogo contemporaneamente possa essere anche sindaco metropolitano e rappresentante di un senato riformato".

"Da uomo delle istituzioni - ha concluso il Presidente della Provincia di Napoli - ora il mio impegno è rivolto alla gestione di questo periodo di transizione, fino al 31 dicembre 2014, che sarà caratterizzato da profonde incertezze sia normative che di bilancio che influiranno sull’attività dell’ente provinciale".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città Metropolitane, Pentangelo: "Credo partiranno molti ricorsi al Tar"

NapoliToday è in caricamento