rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Politica

Sodano: "Trovo pretestuosa la protesta dei tassisti"

Il vice-sindaco ha commentato il perdurare della protesta dei tassisti napoletani, dopo il lancio del progetto City Roaming per il car sharing in città

"Trovo che la protesta di queste ore dei tassisti, legata al tema del car sharing con auto elettrica, sia pretestuosa: il car sharing è un servizio che stimola il cittadino a non usare auto privata, dunque favoriscono e incentivano anche l'attività dei taxi, i quali devono essere all'altezza della sfida e dell'innovazione, non possiamo pensare che questa città debba sempre guardare al passato perché Napoli deve guardare, pur tra i problemi che vanno risolti, al futuro". Così il vice-sindaco di Napoli Tommaso Sodano ha commentato il perdurare della protesta dei tassisti partenopei, che si sono radunati questa mattina all'esterno di Palazzo San Giacomo.

"Non è assolutamente vero - ha proseguito il vice-sindaco - che le auto elettriche del car sharing pagano meno in termini di assicurazioni perché omologate come autocarri. Sono, infatti, otto auto e tre van per trasporto merci, che pagheranno l'assicurazione nei termini in cui la pagano anche i tassisti. Il problema del caro assicurazioni, poi, è un problema comunque nazionale, sul quale abbiamo chiesto diverse volte l'intervento del governo. Con i tassisti esiste un tavolo aperto e, già ieri mattina, era prevista una commissione consiliare, con la presenza anche dei dirigenti e degli amministratori del comune, proprio sulle tematiche lamentate dai tassisti. A questa seduta, però, alcuni di loro hanno preferito non partecipare per contestare, invece, una manifestazione che nulla aveva a che vedere con i loro problemi, trattandosi della presentazione di un progetto innovativo di car sharing con auto elettriche a servizio delle città".

"In tutte le città del mondo - ha concluso Sodano - il servizio pubblico è fatto da metropolitana, trasporto su gomma, taxi e auto elettriche: perché in questa città tale innovazione non deve essere attuata, perché deve essere vista come causa di danneggiamento di una categoria? I problemi della categoria sono di altra natura, legati al costo eccessivo pagato per le licenze e alla crisi economica che non riguarda solo Napoli. Sarebbe opportuno che anche i tassisti lavorassero, ovviamente insieme a noi che siamo disponibili a farlo per mezzo di una apertura di un tavolo, per una diversa e migliore promozione del servizio, introducendo per esempio le tariffe per i taxi collettivi".

Già ieri, a margine della presentazione del progetto City Roaming, il Sindaco Luigi de Magistris aveva provato a tranquillizzare la categoria, spiegando che il lancio del car sharing non influirà in alcun modo sulla loro attività.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sodano: "Trovo pretestuosa la protesta dei tassisti"

NapoliToday è in caricamento