rotate-mobile
Mercoledì, 8 Febbraio 2023
Politica

Bassolino scrive a Tremonti e Matteoli per privatizzazione Caremar

Antonio Bassolino ha scritto a Giulio Tremonti e Altero Matteoli per confermare l'intenzione della regione Campania di acquisire a titolo gratuito la società Caremar, cedendo alla Regione Lazio il ramo relativo ai collegamenti marittimi. Il testo della lettera

Il presidente della Giunta regionale della Campania Antonio Bassolino ha inviato una lettera ai ministri dell’Economia e Finanze Giulio Tremonti e delle Infrastrutture e Trasporti Altero Matteoli con la quale conferma l'intenzione della Regione Campania di acquisire a titolo gratuito la società Caremar, cedendo alla Regione Lazio il ramo d'azienda relativo ai collegamenti marittimi della costa pontina e, successivamente, avviando il processo di privatizzazione attraverso l'individuazione di un partner privato. Scopo della Regione è sostenere i collegamenti regionali operati da Caremar, puntare all'efficienza del servizio e dei costi, salvaguardare i livelli occupazionali.

Ecco il testo della lettera:


Gentili Ministri,

ho ricevuto la Vostra lettera del 15 ottobre 2009 in cui avanzate una proposta complessiva in ordine alla privatizzazione della società Tirrenia e le società regionali, tra cui Caremar, frutto di un intenso confronto con le Regioni  ed articolata per rispondere  al meglio alle esigenze del territorio, con il relativo timing degli adempimenti.

Confermo l’intendimento della Regione Campania di acquisire a titolo gratuito la società Caremar entro il 31 dicembre 2009, con l’impegno ad operare la successiva cessione gratuita alla Regione Lazio del ramo d’azienda relativo ai collegamenti marittimi del settore pontino.
 
Come concordato la Regione Campania avvierà successivamente il processo di privatizzazione attraverso la costituzione di una società mista pubblico-privata con la scelta di un socio privato e contestuale affidamento del servizio, da ricercare mediante gara unica ad evidenza pubblica europea.

Resta inteso, come da voi indicato nella lettera, che lo Stato trasferirà alla Regione Campania per l’intera durata della Convenzione la quota di rispettiva spettanza delle risorse finanziarie stanziate quale contributo di Servizio Pubblico, oltre a  maggiori risorse da destinare all’ammodernamento della flotta, ammortizzatori sociali per gli eventuali esuberi di personale, nonché la neutralizzazione ed il rimborso dell’IVA – esclusi i connessi interessi comunitari – derivanti dalle convenzioni di servizio pubblico.

Desidero inoltre sottolineare che se da un lato la Regione Campania ha fortemente voluto la regionalizzazione di Caremar trattandosi di Trasporto Pubblico Locale per i collegamenti marittimi, dall’altro non può sfuggire l’impegno economico ed istituzionale che questa operazione costituisce per la nostra Regione.
 
Infatti non solo dovremo ottemperare alla cessione del ramo d’azienda pontino d’intesa con la Regione Lazio, ma ci stiamo assumendo l’onere di integrare le risorse necessarie per far fronte alla criticità del settore del cabotaggio marittimo, a partire dalla integrazione già dal 2010 del corrispettivo da voi trasferito in modo decurtato per il contratto di servizio pubblico, utilizzando quota parte dei fondi FAS  già destinati alla programmazione regionale. Fondi che potranno anche essere destinati, a complemento di quelli previsti dal Ministero dei Trasporti, per il rinnovo e la riqualificazione della flotta.

In questo modo intendiamo sostenere i servizi di collegamento marittimi con le isole del Golfo di Napoli e la loro valenza strategica per l’economia e la coesione sociale della Regione Campania; nonché puntare all’efficienza della spesa pubblica salvaguardando al contempo i lavoratori coinvolti in Caremar, in una Regione in cui la tutela dell’occupazione e del lavoro sono un bene primario di grande importanza.

Siamo perfettamente consapevoli che tutti gli impegni previsti dalla lettera ed il relativo timing, dovranno trovare piena soddisfazione nell’Accordo di Programma da sottoscrivere tra i vostri Ministeri, la società Tirrenia e le Regioni Campania e Lazio entro la metà di novembre p.v., e che resta indispensabile l’approvazione immediata di una norma statale coerente con gli strumenti ed obiettivi concordati.

Auspico che prosegua la collaborazione che ha contraddistinto questi mesi di lavoro tra i vostri Ministeri e l’assessore regionale ai Trasporti prof. Ennio Cascetta,  e si assicuri il pieno rispetto degli impegni concordati al fine di raggiungere l’ ambizioso risultato della regionalizzazione di Caremar, per il miglioramento dei servizi, per la tutela dei lavoratori e l’incremento dell’efficienza della spesa pubblica nei servizi di collegamento marittimi nel Golfo di Napoli.

Colgo l’occasione per inviare distinti saluti.

                                                                                            Antonio Bassolino

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bassolino scrive a Tremonti e Matteoli per privatizzazione Caremar

NapoliToday è in caricamento