Martedì, 23 Luglio 2024
Politica

“Fondi in mani sicure”: bufera sulle parole del ministro Costa

Polemica sulle parole del ministro dell'Ambiente che ha promesso mezzo milione alla Campania ma da far gestire “non a chi vuole farci affari”. Dura risposta del vicepresidente della Regione

Entra nel vivo la campagna elettorale in Campania e, a differenza di altre regioni, pone uno contro l'altro gli alleati di governo Pd e M5s. Ad accenderla sono state le dichiarazioni fatte dal ministro dell'Ambiente, Sergio Costa durante la presentazione della candidata presidente Valeria Ciarambino. Il ministro ha promesso 500 milioni di euro per il masterplan del fiume Sarno e altrettanti per la zona domitia e i Regni legni. Fondi che il ministro vuole "mettere in mani sicure e non a disposizione di chi vuole farci affari. Serve una garanzia di trasparenza. Ora tocca alla Regione - ha spiegato il ministro - che fino ad oggi non ha fatto assolutamente niente". Parole che non sono state prese bene dal vicepresidente della Regione Fulvio Bonavitacola che ha ribattuto alle accuse lanciate dal ministro pentastellato. 

Le parole di Bonavitacola

"Le dichiarazioni del ministro Costa sono in sintonia con le abitudini peggiori di una vecchia politica. Questa terra  conosce bene l'uso della propaganda e delle promesse da campagna elettorale. Ma Costa va oltre. Ha inaugurato la formula del finanziamento che lui ha chiesto. Che non c'è. E si è spinto a dire che i soldi, inesistenti, lui li dà a chi dice lui. A parte il linguaggio offensivo che non merita risposta, ricordiamo al ministro che, in attesa del miliardo fantasma di cui parla, iniziasse a restituire alla Campania i 30 milioni di euro all'anno che sono stati sottratti agli interventi ambientali in Campania, proprio, guarda caso, da quando lui è ministro all'ambiente". Bonavitacola fa sapere che "nei prossimi giorni replicheremo punto per punto: dalle ecoballe alle bonifiche, dalla depurazione al fiume Sarno, dal ciclo dei rifiuti al ciclo delle acque. Così tutti potranno ancor meglio comprendere la differenza fra le chiacchiere propagandistiche e la verità dei fatti. Fra il nulla del Ministero dell'Ambiente e gli straordinari risultati dell'azione regionale in campo ambientale". Quella frase “in mani sicure” non è proprio andata giù a Palazzo Santa Lucia che adesso preannuncia battaglia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Fondi in mani sicure”: bufera sulle parole del ministro Costa
NapoliToday è in caricamento