menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parentopoli anche a Napoli, assunzioni facili di amici e familiari

Dopo i casi nella Capitale, finisce ora all'attenzione della magistratura una spa che ha come socio unico il Comune. Occhi puntati sulle assegnazioni di case popolari sospette di irregolarità

Assunzioni di cui avrebbero beneficiato illecitamente amici e parenti di politici locali. Anche nel capoluogo campano dunque - parallelamente all'inchiesta romana - si inizia a parlare di Parentopoli e finisce all'attenzione della magistratura una spa che ha come socio unico il Comune.

Stavolta poi, sotto la lente di ingrandimento dei magistrati, ci sarebbero pure assegnazioni di case popolari sospette di irregolarità.

Nel dettaglio, l’inchiesta napoletana verte su Napoli Sociale, società partecipata del Comune, che si occupa dell'assistenza delle fasce deboli: avrebbe assunto persone formalmente in possesso di diplomi rilasciati dalla Regione, sulla cui autenticità però gli investigatori nutrono sospetti. Analoghe irregolarità sarebbero state riscontrate nella documentazione per ottenere gli alloggi popolari. Ma il presidente Pasquale Orlando assicura: "Non è stata attuata alcuna procedura di assunzione anomala".

L'inchiesta è certamente alle battute iniziali e non ci sono per il momento ancora indagati. Sulla vicenda indaga comunque la Procura di Napoli che ha delegato a polizia municipale e carabinieri una serie di accertamenti, tra cui l'acquisizione di atti al Comune e alla Regione e l'esame delle graduatorie sia per le assunzioni sia per l'assegnazione degli alloggi.

L'inchiesta, di cui è titolare il pm Ida Frongillo, si intreccia con quella sui falsi invalidi, delegata invece ai sostituti Giancarlo Novelli e Giuseppe Noviello; la collaboratrice di giustizia Alexandra Denaro, arrestata nell'ambito dell'inchiesta sulle pensioni di invalidità corrisposte a persone perfettamente sane grazie alla complicità di funzionari della prima municipalità, ha infatti reso dichiarazioni anche su altri episodi di malcostume avvenuti in ambienti del Comune di Napoli. I pm stanno anche vagliando una serie di esposti presentati nei mesi scorsi da persone escluse dall'assegnazione dei posti di lavoro e degli alloggi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

social

Lotto, estrazione di giovedì 22 aprile 2021

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Omicidio Cerrato, i Carabinieri fermano quattro persone

  • Cronaca

    Zona gialla per quasi tutte le regioni, Campania in bilico

  • Attualità

    Concorso Sud 2800 posti, oltre 18mila domande dalla Campania

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento