rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Politica

Covid-19, nuovo Dpcm in arrivo: il Ministro Speranza anticipa le misure anti-contagio

Le anticipazioni del Ministro della Salute alla Camera: "L'epidemia è in fase espansiva"

Divieto di spostamento anche tra Regioni in zona gialla e divieto d'asporto dopo le 18 dai bar. E' questa l'anticipazione sul nuovo Dpcm di gennaio in arrivo, data dal Ministro della Salute Roberto Speranza nel corso del suo intervento alla Camera.

Speranza ha anche annunciato l'intenzione del Governo di riaprire in musei in quelle regioni che saranno collocate in 'area gialla', per dare un segnale "simbolico". 

"Lunedì dopo un confronto con le Regioni abbiamo avviato il lavoro del nuovo Dpcm che sostituirà quello in scadenza il prossimo 15 gennaio. Nel nuovo decreto prevediamo una conferma delle misure fondamentale già vigenti e del modello per fasce differenziate che ci ha consentito di abbassare la curva tra novembre e dicembre. E' inoltre intenzione del Governo confermare il divieto di spostamenti anche in zona gialla, ridurre gli assembramenti negli spazi antistanti i locali pubblici a rischio di aggregazione attraverso la limitazione dell'asporto per i bar a partire dalle 18 e confermare l'indicazione di poter ricevere a casa massimo due persone non conviventi, come già avvenuto durante le vacanze di Natale, oltre a stabilire l'ingresso in area arancione tutte le Regioni a rischio alto secondo i 21 parametri definiti dal decreto del 21 aprile", ha spiegato il Ministro della Salute. 

Ci sarà in futuro anche una quarta area, la "bianca", oltre a quelle "rossa", "arancione" e "gialla", che potrà scattare solo con livelli epidemiologici molto bassi, incidenza sotto i 50 casi settimanali ogni 100mila abitanti, Rt sotto 1 e indice di rischio basso. 

"C'è un drammatico mutamento dell'indice di rischio attribuito alle singole regioni: dodici regioni e province autonome sono ad alto rischio, otto sono a rischio moderato, di cui due in progressione a rischio alto nelle prossime settimane, e una sola regione è in questo momento a rischio basso. Quando tutti i parametri peggiorano contemporaneamente, abbiamo l'obbligo di prendere nuove misure, proporzionali al rischio di una diffusione incontrollata dell'epidemia", ha affermato Speranza nel corso della comunicazione alla Camera sulle ulteriori misure per fronteggiare l'emergenza da Covid-19.

"Questa settimana c'è un peggioramento generale della situazione epidemiologica in Italia, aumentano le terapie intensive, l'indice Rt e focolai sconosciuti. Non facciamoci fuorviare: l'epidemia è nuovamente in una fase espansiva. Finalmente vediamo la luce e possiamo affrontare con più fiducia i prossimi mesi, ma non abbiamo ancora vinto. Facciamo molta attenzione e non sbagliamo la lettura di questa fase decisiva. La nottata non è ancora passata, l'ultimo miglio è ancora lungo e irto di ostacoli da superare", ha aggiunto il Ministro. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19, nuovo Dpcm in arrivo: il Ministro Speranza anticipa le misure anti-contagio

NapoliToday è in caricamento