Politica

De Magistris: "Per Napoli voglio un porto aperto come quello di Sidney"

Il primo cittadino partenopeo ha idee innovative per il porto di Napoli, ma è preoccupato per il ritardo nella nomina del presidente: "Dal centrodestra c'è un irrigidimento sul nome di Villari"

De Magistris

"Per Napoli vorrei un porto aperto come quelli di Sidney, Istanbul e Genova. Voglio l'abbattimento di quelle mura". Così il Sindaco Luigi de Magistris nel corso di un'intervista rilasciata a Paolo Cuozzo de Il Corriere del Mezzogiorno.

Il primo cittadino partenopeo, oltre ad immaginare un futuro diverso per il Porto di Napoli, è però preoccupato per il ritardo nella nomina del presidente: "Mi fa paura il ritardo del governo nella nomina del presidente. Serve un presidente per far decollare i progetti e investire tanti soldi".

"Dal centrodestra - prosegue de Magistris - c'è un irrigidimento sul nome di Villari, persona che rispetto e che siede con me nel cda del San Carlo, ma che non credo sia adatto a presiedere il porto. Io sono pronto anche a fare un passo indietro, pur ritenendo che debba essere il sindaco di Napoli a dare il nome. Io non faccio blocco su Scalella, il suo fu il nome che facemmo quando si trattava di indicare un manager capace".

"Troviamo una persona - conclude il Sindaco di Napoli - che abbia spessore tale da mettere tutti d'accordo. Anche il governo potrebbe trovare un nome al di fuori della rosa sebbene, correttamente, il ministro Lupi ci abbia invitato a ricercare un nome condiviso. E io dico allora a Caldoro e a De Luca: indicatelo voi purché sia competente e conosca il mare. Villari, invece, mi sembrerebbe una scelta difficilmente digeribile sul piano istituzionale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Magistris: "Per Napoli voglio un porto aperto come quello di Sidney"

NapoliToday è in caricamento