rotate-mobile
Politica

Cosentino, sì all'arresto. Undici voti contro dieci

La parola definitiva spetta all'Aula che si esprimerà giovedì prossimo. Le accuse: riciclaggio, falso, corruzione, violazione di norme bancarie, aggravati dal favoreggiamento nei confronti della camorra

Sì della giunta per le autorizzazioni della Camera alla richiesta di arresto Nicola Cosentino (Pdl), avanzata dalla Dda di Napoli. Ben 11 voti favorevoli all'arresto e 10 contrari. La parola definitiva spetta all'Aula che si esprimerà giovedì prossimo.

Cosentino, coordinatore campano del Popolo della libertà nonché ex sottosegretario all'Economia, è accusato di riciclaggio, falso, corruzione, violazione di norme bancarie, aggravati dal favoreggiamento nei confronti della camorra.

La richiesta di arresto, ricordiamo, è arrivata nell'ambito di un'indagine in cui la Dda ha emesso oltre 70 provvedimenti restrittivi, di cui 60 in carcere, nei confronti di persone riconducibili alle fazioni Schiavone e Bidognetti del clan camorristico dei Casalesi. A Santa Maria Capua Vetere è già in corso un processo dove il parlamentare del Pdl è accusato di concorso esterno in associazione camorristica proprio per presunti rapporti con il clan dei Casalesi

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cosentino, sì all'arresto. Undici voti contro dieci

NapoliToday è in caricamento