Navigator, De Luca: "Non ci sono risorse. Possono partecipare a concorso Regione"

"La nostra linea è chiara: mai più precariato", ribadisce con fermezza il Governatore della Campania

De Luca

"Non so quali notizie abbia il presidente dell'Inps circa la stabilizzazione dei navigator: ad oggi non ci risulta niente di tutto ciò. Quando avremo queste risorse saremo i più felici. Abbiamo fatto una battaglia contro il precariato e per il lavoro stabile, questo significa che prima vanno stabilizzati i 600 precari che lavorano in Anpal e, poi, tutti gli altri selezionati con le procedure pubbliche analoghe a quelle che si seguono anche per i dipendenti della Pubblica Amministrazione". Così il Presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca, a margine di una conferenza stampa a Palazzo Santa Lucia, ha confermato la sua posizione ferma sull'assunzione degli oltre 400 navigator previsti per la Campania. 

"La nostra linea è chiara: mai più precariato perché stiamo vivendo, a Napoli in particolare, da decenni sotto l'urto dell'emergenze, delle tensioni continue, delle incertezza di vita. Noi abbiamo fatto partire un concorso vero, per dare lavoro stabile, a cui possono partecipare anche quelli che sono stati selezionati come navigator. Il concorso è aperto a tutti. Devono trovare un lavoro stabile, attraverso procedure trasparenti. Ci aspettiamo che sia cancellato l'articolo 3 previsto dalla bozza di contratto Anpal che legittima il doppio lavoro", ha concluso il Governatore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Amuchina, come farla in casa con la ricetta dell'Organizzazione Mondiale della Sanità

  • Aglio in cucina: tutti gli errori che non sai di commettere

  • Coronavirus, primo caso a Napoli: cinquantenne in buone condizioni

  • Bimbo ricoverato al Cotugno, test negativi: non è affetto da Coronavirus

  • Bimbo di tre anni ricoverato al Cotugno: non si tratta di Coronavirus

  • Coronavirus, Di Mauro: "No allarmismi. Il Cotugno è comunque preparato ad ogni evenienza"

Torna su
NapoliToday è in caricamento