rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Politica Pozzuoli

Campi Flegrei, resta l'allerta gialla. Musumeci: "Chi vive lì conosce i rischi"

Le sue parole dopo il vertice interministeriale a Palazzo Chigi sulla situazione nell'area

"Abbiamo la necessità di dire alle persone che chi ha scelto di vivere in quell'area sapeva di vivere su un'area complessa difficile, che presenta alcuni rischi. Non abbiamo la netta percezione dell'entità del rischio e della sua evoluzione, ce ne ricordiamo solo quando la terra trema. Questo è un grande errore e un grande limite". Lo dice in conferenza stampa il ministro della Protezione civile Nello Musumeci al termine del vertice interministeriale sui Campi Flegrei che si è tenuto a Palazzo Chigi. "Dobbiamo dare vita a una convivenza vigile. Sono luoghi meravigliosi - aggiunge il ministro - ma se decidi di restare in quel luogo ci devi aiutare a promuovere una convivenza che sia responsabile".

Per la messa in sicurezza di "tutte le strutture pubbliche e private" dell'area dei Campi Flegrei - ha poi aggiunto - "certamente ci vorranno oltre 500 milioni di euro, secondo una stima complessiva. Nei prossimi giorni potremo essere più precisi".  

"Sono tre i comuni interessati alla zona rossa del bradisismo da non confondere con la zona rossa del rischio vulcanico, che invece comprende sette comuni. In quell'area persistono tre rischi: sismico, vulcanico, bradisismico. Nella zona rossa del bradisismo, vivono circa 80mila persone", ha poi puntualizzato. E ancora: "La scossa 4.4 è la più forte in quell'area negli ultimi 40 anni", per poi sottolineare come "la comunità scientifica non è nelle condizioni di poter sufficientemente intercettare l'evoluzione del fenomeno. Il governo dice che bisogna essere pronti ad ogni evenienza".

Intanto i cittadini di Pozzuoli sono scesi oggi in piazza per denunciare l'assenza delle istituzioni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Campi Flegrei, resta l'allerta gialla. Musumeci: "Chi vive lì conosce i rischi"

NapoliToday è in caricamento