rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Politica

Presunte minacce a Maresca: la solidarietà di Manfredi e Bassolino

"Ricordati di Livatino, Falcone e Borsellino" avrebbero scritto sui profgili social del candidato

Nella giornata di ieri sono state denunciate delle presunte minacce - via social - rivolte a Catello Maresca, candidato sindaco a Napoli per il centrodestra. "Ricordati dei dottori Listino (sic), Falcone e Borsellino". È quanto qualcuno ha scritto a Catello Maresca, candidato del centrodestra alle prossime Comunali, su Facebook. Tre nomi di magistrati come Maresca (adesso in aspettativa per le elezioni), magistrati uccisi dalla mafia.

Maresca ha interpretato il messaggio come una minaccia. "Mi ricordo perfettamente di Rosario Livatino, di Giovanni Falcone e di Paolo Borsellino – ha scritto il candidato sindaco – Me ne ricordo come se ne ricordano tutti gli italiani. Tre eroi che hanno dato la vita perché credevano nello Stato, nella Legalità, nella Giustizia. Queste minacce non mi spaventano. Andiamo avanti, #senzapaura".

La solidarietà degli altri candidati

Tra i tanti messaggi di solidarietà, ci sono anche quelli di Manfredi e Bassolino che contendono a Maresca la poltrona da primo cittadino di Napoli. Queste le parole di Manfredi: "Solidarietà a Catello Maresca per le minacce ricevute sulla propria pagina social. La campagna elettorale non deve essere inquinata da un clima di odio, violenza e insulti che esulano dal merito delle proposte programmatiche: lo abbiamo sottolineato dal primo momento ed abbiamo infatti convintamente sottoscritto l'appello della Rete nazionale per il contrasto ai discorsi e ai fenomeni d'odio".

"Piena solidarietà e un abbraccio a Catello Maresca. Sono certo che le minacce ricevute rafforzeranno ancora di più il comune impegno per la legalità e contro la camorra", ha affermato l'altro candidato sindaco Antonio Bassolino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presunte minacce a Maresca: la solidarietà di Manfredi e Bassolino

NapoliToday è in caricamento