rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
Politica

Maresca contro il Reddito di Cittadinanza: "No a sostenere il reddito di chi delinque"

Il candidato del centrodestra dà la sua ricetta alternativa: "politiche attive del lavoro e formazione"

"È una misura che va rivista. Che delinquenti percepiscano indebitamente l'assegno mensile quando centinaia di commercianti stanno pensando di abbassare la saracinesca e le aziende chiudono i bilanci in rosso, è davvero inaccettabile". Catello Maresca, candidato sindaco di Napoli del centrodestra si allinea alle posizioni soprattutto della Lega e attacca frontalmente il Reddito di Cittadinanza.

"Il Reddito di Cittadinanza così come lo hanno concepito i grillini – prosegue a proposito del sussidio introdotto nel 2019 dal governo Lega-M5s – non solo non favorisce l'occupazione incentivando al lavoro nero, ma in molti casi foraggia la criminalità organizzata".

"Per aiutare davvero chi è in difficoltà – è la ricetta del magistrato in aspettativa – bisogna intervenire in maniera strutturale con serie politiche attive del lavoro e formazione professionale specializzata. Bisogna assicurare al paese un piano di sviluppo in grado di creare occupazione e crescita" e nel caso di Napoli "rendere attrattiva la città agli occhi degli imprenditori" con "manutenzione delle strade, il potenziamento dell'illuminazione, il decoro urbano e puntando sulla sicurezza". "Dobbiamo aiutare chi ha bisogno, non sostenere il reddito di chi delinque", è stata la sua conclusione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maresca contro il Reddito di Cittadinanza: "No a sostenere il reddito di chi delinque"

NapoliToday è in caricamento