menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Disagi alle Poste e contributo fitti: "L'amministrazione si sbrighi"

La denuncia della situazione di Marano e il sollecito ad intervenire rapidamente arriva dal segretario cittadino Fanelli del circolo 'Primo Maggio' di Sinistra Ecologia e Libertà

Marano: ancora disagi alle Poste dovuta dai ritardi di consegna della corrispondenza.

"E’ di queste ore la conferma che, nonostante le petizioni popolari dei cittadini, i nostri numerosi attacchi,  a molti cittadini ancora non viene recapitata la corrispondenza, in modo particolare quella relativa alle utenze domestiche".  Denuncia, ancora una volta, Stefania Fanelli, segretario cittadino del circolo maranese di Sinistra Ecologia e Libertà, scrivendo al sindaco Liccardo.

"A molti di loro, viene staccata l’erogazione di energia elettrica con i relativi disagi che ne conseguono e ulteriori aggravi di costi in danno ai cittadini. Altri cittadini, ed in modo particolare i residenti nelle zone periferiche della città, attendono da mesi importanti comunicazioni: mutui, bollette, vaglia, risposte fondamentali per le loro richieste. Ci sono professionisti che hanno serie difficoltà a proseguire nel loro lavoro quotidiano c'è chi attende convocazioni per colloqui di lavoro, chi attende risposte da amici e parenti. La mancata consegna della corrispondenza è un reato assimilabile all'interruzione di pubblico servizio oltre che una violazione dei diritti elementari dei cittadini. E’ una questione di diritti e di civiltà.

Come concordato nell’ultimo incontro, dopo le nostre richieste relative all’istituzione di un tavolo ad hoc con la, direzione generale con lei ed il segretario comunale, attendiamo nelle prossime ore la conferma della notizia relativa all’istituzione di un tavolo con il direttore generale delle poste".

Il segretario Fanelli, contemporaneamente, denuncia anche un altro ritardo: quello relativo al contributo fitti per l'anno 2011.

"Vi  scriviamo affinché i cittadini che vivono in forti condizioni di disagio ,ed attendono i contributi  erogati dalla regione Campania, non debbano subire il medesimo “sperpetuo “ avvenuto per le annualità 2010" scrive Fanelli in una lettera indirizzata a sindaco, assessore alla Politiche Sociali e al responsabile dei Servizi Sociali. 

"L’anno scorso, per lunghi mesi abbiamo assistito ad un rimbalzo continuo di responsabilità tra il commissario prefettizio ed il dirigente amministrativo per la delibera relativa alla graduatoria provvisoria. Grazie alle nostre continue pressioni insieme ai cittadini, si riuscì  a sbloccare una situazione di stallo durata troppo.

Ci risulta però che a tutt’oggi non si sia riunita ancora la commissione. Per cui,, nonostante ci sia un’amministrazione la situazione sembra non differire da quella dell’anno precedente. Poiché la procedura è ancora

lunga tra la graduatoria provvisoria, quella definitiva e l’effettiva erogazione vi invitiamo ad istituire la commissione nelle prossime ore.

Come  ben sapete  la regione Campania trasferisce i fondi non prima di aver ricevuto  la graduatoria definitiva Tutto questo notevole ritardo e questo prendersi del tempo allunga i tempi della graduatoria da provvisoria a definitiva e chi ne paga le conseguenze come sempre sono le famiglie che attendono quel contributo come il pane".

"E’ evidente che viviamo in un momento in cui lo stato di povertà delle famiglie è in aumento oggi un bambino su 3 è un bambino povero. Far trascorrere tutto questo tempo è una responsabilità che vi assumete sulla pelle delle persone che vivono in forte condizione di disagio.

Ed è per questo motivo che vi intimiamo a non perdere altro tempo. Vi staremo con il fiato sul collo" conclude il segretario di SEL Marano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Tony Colombo, l'annuncio: "A fine mese dirò addio alle scene musicali"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    La truffa di due donne sul marketplace di Facebook

  • Cronaca

    Conclusa dopo poche ore la fuga di “Pippotto”: arrestato nella notte

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento