menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La Carfagna butta Napoli dalla torre alla festa dei giovani del Pdl

Il ministro si è espressa in merito a Gay Pride e Festa del Primo Maggio. Poi ha preferito salvare ironicamente il fidanzato al gioco della torre. "Per una volta che trovo qualcuno che mi si sposa, me lo tengo stretto"

Un po' di pepe non guasta mai, come quello che ha regalato ieri sera il ministro per le Pari Opportunità, Mara Carfagna. Tra le protagoniste del gioco della torre nel corso di Atreju, la festa dei giovani del Pdl organizzata da Giorgia Meloni e in corso a Roma, ha detto la sua di fronte a svariate scelte.

Tra queste, il Gay Pride e la manifestazione del Primo Maggio. Nessun dubbio in merito: giù i sindacati, sì alla manifestazione dell'orgoglio omosessuale. Dinanzi all'amletico dubbio se gettare dalla torre il gossip o il mal di denti, il ministro si è invece orientata sul secondo.

E a proposito di gossip, una domanda dei ragazzi di Atreju ha evidentemente messo in crisi la ministra: buttare di sotto 'mezza Roma' - evidente riferimento al suo compagno, l'imprenditore Marco Mezzaroma - o 'tutta Napoli'? Il ragionamento della Carfagna è durato ben poco, preferendo ovviamente la prima scelta. La giustificazione più che ironica? "Per una volta che trovo qualcuno che mi si sposa, me lo tengo stretto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento