menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Manifesto pubblicitario violento e sessista, scendono in campo le donne di Forza Italia

Contro il manifesto pubblicitario, ritenuto da molti aggressivo e sessista, che è affisso nei pressi dell'ospedale pediatrico Pausilipon, insorgono le candidate di Forza Italia, Mara Carfagna e Giusy Sorvillo

Dalle  pagine social al dibattito politico, l'immagine pubblicitaria affissa nei pressi dell'ospedale pediatrico Pausilipon, è ritenuta da molti discutibile.

"Il Comune proceda immediatamente alla rimozione del manifesto "incriminato". È un atto dovuto per le immagini che contiene e per il messaggio sbagliato che dà, ma anche una forma di rispetto per la sofferenza dei minori ricoverati all'ospedale pediatrico partenopeo, Pausilipon - Santobono e dei loro familiari". Perentoria Mara Carfagna, deputata uscente di Forza Italia, ricandidata capolista in più collegi per il partito e consigliera comunale a Napoli, nonchè ex ministro alle Pari Opportunità, nel chiedere la rimozione del manifesto pubblicitario, che sembra essere sessista e aggressivo.

"Le pareti delle nostre città non possono essere utilizzate senza criterio né controllo", afferma ancora Carfagna, che da ministro delle Pari Opportunità con il governo di centrodestra fece stipulare un accordo tra Dipartimento per le Pari Opportunità e l'Istituto per l' Autodisciplina Pubblicitaria, che consentiva il ritiro di campagne pubblicitarie violente o sessiste nel giro di pochissimo tempo. "Pensiamo che quello strumento debba essere utilizzato più e meglio di quanto sia stato fatto in questi anni", conclude.

La collega di partito di Mara Carfagna, Giusy Sorvillo, candidata al collegio uninominale numero 5 rincara la dose dicendo che "la pubblicità ci ha abituati a tutto, così come l'amministrazione comunale guidata da de Magistris, ma non possiamo restare in silenzio difronte a tanta crudeltà e violenza visiva dinanzi all'ospedale pediatrico Paulilipon-Santobono. Se solo ci fossero stati un lavoro di maggior controllo e una gestione non approssimativa questo non sarebbe accaduto"

La candidata alla Camera dei Deputati si assume un impegno da madre, prima ancora che da candidata di Forza Italia, per la regolamentazione della distribuzione pubblicitaria e annuncia un flash mob di sensibilizzazione se il manifesto pubblicitario non sarà rimosso nelle prossime ore.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Mugnano: "Ancora sopra i 200 positivi attuali"

Attualità

Sorpresa per Serena Rossi a Canzone Segreta: "Non sapevo niente, vi giuro"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento