Dietrofront del Comune: "Non saremo in piazza con i commercianti"

Una rappresentanza dell'amministrazione era attesa in piazza del Plebiscito alle 18. Da Palazzo San Giacomo: "Nostra predisposizione ad ascoltare strumentalizzata, pronti a incontrare una o più rappresentanze"

Luigi de Magistris (Ansa)

Non ci sarà il Comune di Napoli alla manifestazione dei commercianti prevista alle 18 in piazza del Plebiscito, come pure in un primo momento era stato annunciato. A renderlo noto è stata l'amministrazione cittadina nel pomeriggio di oggi.

"La delegazione di assessori che avrebbe dovuto partecipare alle ore 18 in Piazza Plebiscito alla manifestazione di cittadini con il solo scopo di essere, come sempre ha fatto la nostra amministrazione, tra il popolo per ascoltare, per comprendere, per mediare e per portare anche le nostre proposte, ha ritenuto di non recarsi in piazza per evitare strumentalizzazioni o pretesti anche da parte di eventuali frange, che nulla avrebbero a che vedere con i manifestanti, visto il dibattito che si è immediatamente acceso rispetto alla partecipazione di una rappresentanza dell’amministrazione comunale", spiega la nota di Palazzo San Giacomo.

"La delegazione manifesta solidarietà e vicinanza ai cittadini che parteciperanno in modo pacifico e non violento e che esprimono il loro pensiero e dissenso - va avanti il Comune - la Giunta e il Sindaco già nei prossimi giorni sono pronti a incontrare una o più rappresentanze per decidere insieme quali possono essere le proposte e le decisioni da prendere nell’interesse esclusivo della città che deve rimanere unita, coesa e non violenta’’.

Le prime notizie: de Magistris in piazza coi commercianti?

La polemica

Stamattina il Pd, attraverso il segretario metropolitano Marco Sarracino, aveva criticato la possibilità che il sindaco potesse essere anch'egli in piazza visto quanto accaduto lo scorso venerdì. "Manifestazione contro il coprifuoco: de Magistris in piazza con i commercianti
Questo è il tempo della collaborazione istituzionale - le parole del numero uno del Pd a Napoli - Soffiare sul fuoco è da irresponsabili, specie se si ricoprono incarichi di governo che hanno una rilevanza non solo locale ma anche nazionale. Se governi Napoli, inviti ed incontri al Comune chi vuole manifestare il proprio disagio provando a risolvere il problema. Non fomenti la rabbia della piazza. Se qualcuno pensa che il dramma di oggi sia un gioco, a breve si accorgerà che tutto questo gli si riverserà contro in maniera drammatica".
Potrebbe interessarti: https://www.napolitoday.it/politica/proteste-piazza-plebiscito-de-magistris.htm

.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vitamina D e prevenzione del Covid-19, qual è la connessione: risponde l’esperto

  • E' morto Diego Armando Maradona, Napoli piange per il suo campione: veglia funebre al San Paolo

  • Covid-19 e polmonite interstiziale, quando l’infezione colpisce i polmoni: l’intervista allo pneumologo

  • Morte Maradona, Cruciani e Parenzo: "Non si piange un cocainomane, multe ai napoletani assembrati"

  • Com'è morto Maradona: il chiarimento del medico legale

  • Morte di Maradona, Laura Pausini: "In Italia fa notizia la morte di un uomo poco apprezzabile"

Torna su
NapoliToday è in caricamento