rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Politica

Gaetano Manfredi è il nuovo sindaco di Napoli: finisce l'era de Magistris dopo 10 anni

L'ex Ministro dell'Università succede all'ex pm a Palazzo San Giacomo: "Ha vinto l'idea che noi abbiamo voluto dare della città"

Gaetano Manfredi è il nuovo sindaco di Napoli. L'ex Ministro dell'Università nel Governo Conte-bis succede a Luigi de Magistris a Palazzo San Giacomo. Successo netto e senza appello quello del candidato della coalizione di centrosinistra, che sbaraglia la concorrenza e vince al primo turno con oltre il 60% delle preferenze. 

Un'affermazione accolta con grande entusiasmo presso il quartier generale del nuovo primo cittadino in pectore presso l'hotel Terminus, dove sono accorsi per partecipare alla festa anche il Presidente della Camera Roberto Fico, il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio, il Presidente della Regione Vincenzo De Luca, il vice-segretario del Pd Giuseppe Provenzano e l'ex Presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

"Grazie a Napoli e ai napoletani. E' stato un risultato straordinario, che rappresenta una grandissima responsabilità ed una grande gioia. L'idea che noi abbiamo voluto dare della città, che pensa alle cose serie e che ha un progetto di futuro, è stata capita dai cittadini. Napoli è molto di più di quello che si pensa, è una città seria, che ha un'anima popolare, fatta di grande creatività. Ereditiamo una città in grandissima difficoltà, con un grande debito e servizi pubblici in grande difficoltà. Noi, però, abbiamo l'ottimismo ed il senso di guardare al futuro, senza lamentarci e a testa alta. Noi ce la metteremo tutta, saremo all'altezza della sfida e dimostreremo di essere al livello delle grandi città europee. Ringrazio il Presidente De Luca con il quale lavoreremo tanto il futuro, lo faremo insieme al Parlamento e al Governo. Questa è una sfida di tutti, non solo di Napoli", ha detto l'ex rettore dell'Università Federico II in conferenza stampa.

"Dall'inizio abbiamo lavorato con grande serietà, senza raccontare favole. Per affrontare i problemi bisogna prima conoscerli e poi affrontarli per risolverli. Affronteremo la sfida del debito e Napoli da sola non può farcela. Io rappresenterò la Napoli della sofferenza e dello sviluppo. Metteremo in campo una Giunta di alto livello, con il meglio che la città può dare. Servono persone competenti per dare risposte ad problemi seri. Ci saranno napoletani, ma anche persone provenienti da altre parti d'Italia. Questa è la sfida decisiva per il futuro della città. Abbiamo avuto un grande mandato popolare. Napoli ha chiaramente detto di voler voltare pagina. Non siamo solo la città pizza e mandolino, ma una città di grande competenza, talento e professionalità. Napoli e la Campania saranno seduti ai tavoli istituzionali con grande affidabilità e reputazione. Costruiremo un grande futuro per i napoletani. Questa è stata la loro vittoria, la vittoria dei cittadini", ha aggiunto Manfredi. 

Gli auguri di de Magistris

"Voglio fare un in bocca al lupo ed esprimere il mio forte compiacimento e fare gli auguri al prossimo sindaco di Napoli, al quale tra qualche ora stringerò la mano e garantirò, qualora volesse, qualsiasi tipo di cooperazione nel passaggio di consegne". Così il sindaco di Napoli uscente Luigi de Magistris si è complimentato con Gaetano Manfredi, parlando a margine di una conferenza stampa a Lamezia Terme.

Conte celebra la vittoria di Manfredi: "Gaetano è la persona giusta" 

"Per questo patto per Napoli ci abbiamo messo il cuore. Gaetano ci ha messo tanto amore e tantissimo impegno. Ha dimostrato tanta responsabilità per la città. Gaetano era la persona giusta e non si è sottratto. Si è gettato anima e corpo. E' un risultato straordinario". Così l'ex Presidente del Consiglio e attuale leader del Movimento 5 Stelle, Giuseppe Conte, ha commentato la vittoria di Gaetano Manfredi, intervenendo presso il comitato elettorale del candidato della coalizione di centrosinistra.

Maresca: "Vigileremo su tutto e saremo sentinella della legalità in Consiglio Comunale"

"Purtroppo avremo un sindaco che è stato scelto da Roma, non è napoletano, è nolano, ed è pure tifoso della Juve. Noi faremo un'opposizione molto seria. Vigileremo su tutto. Vigileremo perchè le promesse vanno mantenute. Il 25% su Napoli, se confermato, per un progetto civico sostenuto dal centrodestra credo rappresenti un'importante punto di partenza. Vogliamo andare avanti e costruire. Ringrazio Berlusconi, Meloni e Salvini che hanno continuato a sostenere il progetto per Napoli. Io continuerò a rappresentare un punto di riferimento per i napoletani perbene e per quelli che sperano davvero che la città possa riprendersi. Noi in Consiglio Comunale come opposizione saremo una sentinella della legalità". Questo il commento ai risultati in conferenza stampa del candidato del centrodestra Catello Maresca

Bassolino: "Astensionismo primo partito"

"Ringrazio i cittadini che hanno votato e chi si è impegnato per la mia battaglia elettorale, sapendo che era in salita. Il risultato a Napoli sembra chiaro. Preoccupante è il dato sull'astensionismo in tutte le grandi città italiane. Io ho parlato più volte di questo partito dell'astensionismo, che è nettamente il primo partito, a Napoli e altrove. E' un tema che secondo me deve essere affrontato da tutti, facendo ognuno la propria parte. Ognuno voti per chi vuole, la partecipazione è un bene. Per quel che mi riguarda faremo sentire la nostra voce in città ed in Consiglio Comunale in difesa di Napoli. Faremo opposizione con serietà nell'interesse della città. Farò scrupolosamente il mio lavoro in Consiglio Comunale. Io so fare il sindaco e l'opposizione. In passato ho fatto il sindaco, ora farò il consigliere d'opposizione. Io sono un uomo di sinistra e delle istituzioni, indipendente. A me interessa che si facciano cose utili per la città di Napoli. Ora ognuno deve fare la propria parte. La maggioranza deve dimostrare di essere una vera maggioranza, l'opposizione deve fare la vera opposizione e il sindaco deve fare bene il sindaco. Faccio i miei auguri a Gaetano Manfredi di buon lavoro. Quella di Manfredi era un'alleanza molto larga e anche questo ha influito. Dopo la bocciatura di alcune liste di Maresca si è alzata la percentuale di Manfredi, consentendogli la vittoria al primo turno". Così l'ex Governatore della Campania e candidato sindaco Antonio Bassolino ha commentato i risultati con i giornalisti presenti presso il suo comitato elettorale. 

Clemente: "Consiglio Comunale non diventi passepartout per Santa Lucia"

"Non vivo questo momento come una battuta d'arresto. In Consiglio Comunale saremo attenti a fare in modo che non diventi un passepartout per Santa Lucia o per le virate senza identità politica a discapito delle napoletane e dei napoletani". Questo il commento della candidata sindaco ed ex assessora comunale ai Giovani Alessandra Clemente

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gaetano Manfredi è il nuovo sindaco di Napoli: finisce l'era de Magistris dopo 10 anni

NapoliToday è in caricamento