Politica

Inni fascisti su Facebook, Manfredi: "Non conosco Sollazzo, prendiamo le distanze"

Le reazioni dopo l'aricolo di Napolitoday in merito ai contenuti pubblicati sui social dal consigliere della sesta Municipalità eletto nella coalizione di centro-sinistra

"Prendere le distanze da Sollazzo". Sono le parole di Gaetano Manfredi, nuovo sindaco di Napoli, a commento dell'articolo di Napolitoday sui post richiamanti il fascismo pubblicati su Facebook da Vincenzo Sollazzo, consigliere eletto nella sesta Municipalità con la lista Azzurri nella coalizione di centrosinistra. 

Le reazioni non si sono fatte attendere. "Qualora ritenesse di definirsi fascista oggi, - agferma Sandro Fucito, presidente eletto della sesta Municipalità - posso serenamente riferirgli che ha sbagliato coalizione unitamente a chi ha proposto la sua candidatura. Ovviamente qualora avesse cambiato posizione e vorrà porsi al servizio della collettività con metodo democratico e per definizione anti fascista, potrà liberamente comunicarlo".

Ancora più netta la posizione del segretario provinciale del Pd Marco Sarracino: "Gli ideali fascisti non sono compatibili con la storia del Pd e con gli ideali con cui si è costituita la coalizione in appoggio a Manfredi. Questa persona non può entrare nella maggioranza della Municipalità. Noi saremo sabato accanto alla Cgil".

Il commento definitivo arriva proprio da Manfredi: "Non conosco questo consigliere municipale, ma alcune sue considerazioni diffuse sui social sono diametralmente opposte ai valori fondanti della nostra coalizione e della politica che intendiamo realizzare per la città di Napoli. Invito anche il gruppo a cui appartiene (Azzurri, ndr) a prendere le distanze dal consigliere eletto adottando le dovute decisioni".

Nelle prossime ore sarà più chiaro quale sarà il destino di Sollazzo nel Consiglio della Sesta Municipalità. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inni fascisti su Facebook, Manfredi: "Non conosco Sollazzo, prendiamo le distanze"

NapoliToday è in caricamento