rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Politica

Manfredi fa il bilancio: "Mesi impegnativi, ma serve lavorare in sintonia con le istituzioni"

Le parole del sindaco a Rtl 102.5, tra Pnrr, guerra in Ucraina, e la vicenda dello striscione a Verona

Il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi è intervenuto oggi nel corso del programma radiofonico 'Non Stop News' su Rtl 102.5.

“Sono stati mesi impegnativi, il Comune di Napoli veniva fuori da una situazione molto complessa soprattutto dal punto di vista finanziario e organizzativo – ha spiegato tracciando un bilancio dei primi mesi a Palazzo San Giacomo – Grazie alla norma nazionale sui Comuni delle grandi città metropolitane in difficoltà siamo riusciti a definire con il Governo un piano di rientro importante che firmeremo nei prossimi giorni con il presidente Draghi. Abbiamo avviato una serie di iniziative per la città a partire dal decoro urbano, abbiamo avviato un piano di sviluppi di investimento soprattutto sui trasporti e sulla rigenerazione urbana utilizzando le risorse del Pnrr, un lavoro molto intenso”.

Con Vincenzo de Luca, ha sottolineato il primo cittadino, i rapporti istituzionali sono “ottimi” e del resto così devono essere “nell'interesse dei cittadini”. “Dobbiamo mettere da parte i personalismi e lavorare nell'interesse dei cittadini, deve essere il nostro unico obiettivo. Sto lavorando molto bene con tutte le istituzioni, continuerò con questa linea, perché è ciò che i cittadini ci chiedono”, è il suo pensiero.

La ripresa del turismo

A proposito dell'auspicata ripresa del turismo in città dopo la batosta della pandemia, il sindaco si mostra ottimista. “Abbiamo già dei segnali molto positivi su questo – spiega – i dati delle prenotazioni per i prossimi mesi sono molto buoni. Stiamo lavorando sull'offerta turistica e dal punto di vista organizzativo, quindi realizzando anche una serie di eventi per tenere la città viva, stiamo migliorando i servizi per i turisti che riguardano anche la parte dell'informazione e dei trasporti”. “Siamo molto coordinati insieme agli operatori del settore per far trovare ai turisti che vogliono venire a Napoli una città più ordinata e anche per mettere – ha concluso sul tema l'ex rettore della Federico II – in mostra tutte le bellezze che possiede”.

Guerra in Ucraina

Manfredi non si è sottratto ad una domanda sulla guerra in corso. “La situazione in Ucraina la sto vivendo con la televisione come tutti i cittadini, ma anche attraverso il contatto con i tanti profughi che ogni giorno arrivano a Napoli. È una sensazione terribile vedere tante famiglie divise, tanti bambini senza genitori e tanta sofferenza e dolore nel lasciare la propria terra”. “È una cosa che mi ferisce profondamente – ha aggiunto ancora – Bisogna lavorare per la pace ed aiutare le persone che stanno venendo dall'Ucraina per dare loro una prospettiva di serenità”.

Sullo striscione di Verona

Infine una parentesi sulla vicenda dello striscione, preparato ed esposto dai tifosi veronesi in occasione di Verona-Napoli, che “indicava” a Putin le coordinate del capoluogo partenopeo così da bombardarlo. “Sono inorridito quando ho visto quello striscione – ha raccontato senza mezzi termini il numero uno di Palazzo San Giacomo – Non tanto per le offese nei confronti della città di Napoli che storicamente avvengono da molto tempo, ma per l'offesa nei confronti delle persone che oggi sono sotto le bombe. Ci sono delle cose su cui non si può né offendere né scherzare”. “Mi auguro – ha proseguito ancora Manfresdi – che il mondo del calcio e dello sport faccia di tutto per liberarsi da queste componenti così negative che non fanno onore alle città, ad esempio non penso che Verona che è una città di grande civiltà sia rappresentata da quei tifosi. La tifoseria sana deve espellere dagli stadi queste persone che poi offendono, fanno cori razzisti, presentano il peggio della nostra società. Il calcio deve esprimere il meglio della società. Mi auguro che anche la Figc intervenga”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manfredi fa il bilancio: "Mesi impegnativi, ma serve lavorare in sintonia con le istituzioni"

NapoliToday è in caricamento