rotate-mobile
Politica Chiaia

Lungomare, il gruppo consiliare Napoli Solidale-Europa Verde: "Nessun passo indietro su pedonalizzazione"

"All’Europa che ci chiede di portarci verso un futuro più sostenibile, non possiamo rispondere con l’immagine di un ritorno al passato", affermano i consiglieri comunali di Napoli Sergio D’Angelo, Rosario Andreozzi e Luigi Carbone

“A margine della riunione della commissione Mobilità di lunedì mattina, ci sentiamo di ribadire la nostra contrarietà a qualsiasi passo indietro rispetto alla totale chiusura al traffico del Lungomare: all’Europa che ci chiede di portarci verso un futuro più sostenibile, non possiamo rispondere con l’immagine di un ritorno al passato. Via Partenope libera dalle auto è oramai un patrimonio consolidato della città che nessuno può più mettere in discussione. Facciamo nostro l’appello di Fiab Napoli Cicloverdi, GreenItalia Campania, Legambiente Parco Letterario Vesuvio, Legambiente Iride, Gentegreen e Wwf Napoli: la pandemia ci ha insegnato che i luoghi all’aria aperta sono baluardi della vivibilità cittadina. La natura ci ha regalato lo scenario del golfo più bello del mondo, sta a noi proteggerlo per consentire a tutti di poterne godere in piena libertà". E' quanto affermano in una nota i consiglieri comunali di Napoli Sergio D’Angelo, Rosario Andreozzi e Luigi Carbone del gruppo Napoli Solidale-Europa Verde.

"Siamo molto spaventati anche per gli effetti economici che potrebbe avere un provvedimento così antistorico: in commissione sia Federalberghi che l’Aicast hanno bocciato qualsiasi ipotesi di riapertura alle auto, proprio perché il grande indotto di circa mille famiglie che si regge sul brand-lungomare sa di dovere il suo successo alla nuova veste pedonale di via Partenope. Sappiamo che il Lungomare così come è necessita di una nuova attrattiva per farlo vivere in qualsiasi momento dell’anno: proprio in questa direzione vanno gli oltre 12 milioni di euro che serviranno per il restyling. Quel progetto si chiama proprio 'riqualificazione ciclo-pedonale' ed è a nostro avviso l’unica direzione possibile", concludono i consiglieri del gruppo Napoli Solidale-Europa Verde. 

L'assessore Cosenza sul progetto di restyling di Via Partenope: "Nessuna posizione ideologica, solo logica"

"Il progetto di restyling di Via Partenope? Andrà avanti. Perché non preclude alcuna possibilità. Sono previste due corsie fisse ciclabili, ma anche due corsie carrabili. Da usare all'occorrenza, senza precludere alcuna scelta sull'utilizzo pedonale/carrabile. E che comunque si useranno in caso di allerta idrogeologica o vento. Come da rendering del progetto esecutivo approvato. Ed useremo parte dei fondi per tecnologie innovative, vogliamo una strada smart che si adatti ai cambiamenti del sistema di trasporti. E in parallelo puntiamo su mobilità sostenibile con Linea 1 , Linea 6, tram. Senza alcuna ideologia contro nuovi parcheggi. Si deve potere arrivare al meraviglioso lungomare con mobilità pubblica, ma anche poter parcheggiare in modo adeguato". Così l'assessore alle Infrastrutture e alla Mobilità Edoardo Cosenza, in un post su Facebook, ha parlato del futuro del Lungomare di via Partenope.

"Ne abbiamo discusso in una interessante prima riunione della Commissione Trasporti del Comune di Napoli. La democrazia è ascolto. Tante opinioni, non sempre convergenti. La Giunta Manfredi farà la sintesi. Nessuna posizione ideologica, solo logica", ha aggiunto l'assessore comunale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lungomare, il gruppo consiliare Napoli Solidale-Europa Verde: "Nessun passo indietro su pedonalizzazione"

NapoliToday è in caricamento