Sabato, 31 Luglio 2021
Politica

Regionali 2020, il M5S presenta la lista: "Siamo la prima forza politica in Campania"

Al Teatro Sannazaro di Napoli la presentazione della lista per le regionali e della candidata presidente Valeria Ciarambino. Presente anche il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa

Ciarambino e Costa (foto Ansa)

Il Movimento 5 Stelle ha presentato quest'oggi, al Teatro Sannazaro di Napoli, la lista per le Elezioni Regionali 2020 in Campania e la candidatura a Governatore di Valeria Ciarambino. Presente anche il Ministro dell'Ambiente Sergio Costa.

Lavoro, casa, diritto alla salute e ambiente sono le quattro priorità per la Campania illustrate dalla Ciarambino nel corso della presentazione: "Noi puntiamo su proposte concrete e realizzabili e su una rivoluzione vera del mondo del lavoro, dalla ristrutturazione dei centri per l'impiego alla riqualificazione dell'offerta formativa per i giovani".

"Il Movimento 5 Stelle è la prima forza politica della Campania", ha detto l'attuale consigliera regionale pentastellata, che ha sfidato De Luca e Caldoro ad "un confronto sui temi da tenersi prima della pausa estiva. I cittadini devono sapere". La Ciarambino, inoltre, ha nuovamente invitato i candidati del centrosinistra e centrodestra a "firmare il Patto Liste Pulite. Hanno tempo fino al deposito delle liste, ma ad oggi nessuna risposta è pervenuta, al netto della risposta in politichese di Caldoro che vuol dire che non firma niente". 

"De Luca e Caldoro li chiamo i Vanna Marchi in versione maschile della politica, persone che hanno avuto già l'opportunità di governare questa terra e che non hanno risollevato di un millimetro dal baratro questa regione", ha aggiunto la candidata presidente dei 5 Stelle.

Prima del lockdown causa Covid, come possibile candidato presidente per i 5 Stelle ed un'ampia coalizione da formare era emerso il nome del Ministro dell'Ambiente Sergio Costa, presente anch'egli quest'oggi al Teatro Sannazaro: "Quando fu fatto il mio nome il Movimento 5 Stelle fu l'unico ad avere coraggio. Si propose di sedersi tutti a un tavolo per una scelta orientata a perseguire il bene collettivo. Se tu a quel tavolo non ti siedi, vuol dire che ti manca il coraggio. In tempi non sospetti il Movimento 5 Stelle fece un passo avanti, e non è poco, perchè la politica è fatta anche di tempi: il Movimento ebbe coraggio, gli altri lo stanno ancora cercando, come Diogene cerca l'uomo".

Il Ministro Costa ha sottolineato anche l'importanza di una svolta ambientale nella nostra regione: "In Campania occorre una rivoluzione ambientale ed è il momento che la Regione svolti su questo. Le competenze ambientali per legge costituzionale sono per la stragrande maggioranza della Regione. Ciò che non si fa per la bonifica di Pianura, per la Resit, per le ecoballe, per il fiume Sarno, per i Regi Lagni, non è responsabilità del Ministero dell'Ambiente ma della Regione Campania. Siamo qui a sostenere Valeria Ciarambino perché, oltre la qualità della persona, c'è la qualità del pensiero. E' il momento che la Regione su questo cambi il paradigma operativo e io sono al loro fianco. Ho chiesto in Europa i fondi di sviluppo e coesione, ho chiesto un miliardo di cui 500 milioni per i Regi Lagni e 500 per il Sarno su questioni che sono prettamente della Regione. Li ho chiesti per poterli poi, coordinati con il Ministero dell'Ambiente, sviluppare per sanificare l'uno e l'altro. Li abbiamo ottenuti e non è poco, qui dobbiamo servire il cittadino ma ognuno faccia il suo".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali 2020, il M5S presenta la lista: "Siamo la prima forza politica in Campania"

NapoliToday è in caricamento