menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Luigi de Magistris

Luigi de Magistris

Unioni civili, al via l'iter per il registro. "Un passo significativo per la città"

Approvazione di due delibere proposte dall'assessore alle Pari Opportunità Pina Tommasielli e dall'assessore all'Anagrafe Elettorale Bernardino Tuccillo. La soddisfazione del sindaco

Con l'approvazione di due delibere proposte dall'assessore alle Pari Opportunità Pina Tommasielli e dall'assessore all'Anagrafe Elettorale Bernardino Tuccillo, la Giunta comunale di Napoli ha avviato l'iter che porterà all'istituzione del Registro delle Unioni Civili. Con la prima delibera la Giunta guidata dal sindaco De Magistris approva una proposta al Consiglio comunale per istituire il Registro dell'unione civile sulla base di un regolamento approvato dall'organo esecutivo del Comune.

"Dopo il comune di Torino e quello di Milano - spiega Luigi de Magistris - anche Napoli compie un passo significativo verso il riconoscimento pieno dei diritti civili e per la piena attuazione della Costituzione". La seconda delibera, invece, istituisce nel proprio ambito territoriale un sistema finalizzato ad attestare, integrando con propri modelli la modulistica anagrafica standard predisposta dall'Amministrazione Statale, la sussistenza di "una famiglia anagrafica costituita da persone legate da vincoli affettivi".

"Sull'esempio dei Comuni di Padova e Bologna - spiega Pina Tommasielli - questa delibera riprende il decreto attuativo del 1989 della legge sull'anagrafe datata 1954 che nell'articolo 4 definisce la famiglia come '...un insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, coabitanti ed aventi dimora abituale nello stesso comune' e colma, in attesa che si compia l'iter legislativo per l'istituzione del registro delle Unioni Civili, un vuoto di diritti per tutte quelle coppie che vedono negato il loro riconoscimento ai fini amministrativì". 

LEREAZIONI - "L' avvio dell'iter per il registo delle unioni civili approvato oggi dal comune di Napoli è un'ottima notizia - dichiara Marco Gaudini coordinatore dei giovani Verdi napoletani e capogruppo del sole che ride alla Municipalità Vomero Arenella da anni in prima linea in questa battaglia - che sosteniamo con grande entusiasmo soprattutto per le nuove generazioni. Ci auguriamo che in tempi rapidi questo atto di civiltà diventi a tutti gli effetti operativo. Il Sindaco e la sua giunta avranno da parte nostra tutto il convinto supporto politico in questo percorso di civiltà che per troppi anni è stato fermato da una cultura cittadina minoritaria bigotta ed ultra clericale".

"L'approvazione della delibera sul registro delle unioni civili a Napoli è un fatto molto importante e ci auguriamo che questo messaggio di parità giunga anche al Parlamento e al Governo, affinché approvino una legge che riconosca le unioni gay, colmando così lo spread sui diritti civili che ancora una volta separa l'Italia dall'Europa". Lo dichiara, in una nota, Fabrizio Marrazzo, portavoce del Gay Center. "Adesso le coppie di fatto, anche lesbiche e gay, possono finalmente contarsi e contare di più. Il sindaco ha mantenuto le promesse fatte in campagna elettorale: i registri delle unioni civili rappresentano uno strumento simbolico significativo e gli enti locali possono fare molto rispetto ai servizi alle famiglie di fatto".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento