menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

ItaliaFutura sull'emergenza rifiuti: Napoli mai stata così umiliata

Possibile partecipazione dell'associazione di Luca Cordero di Montezemolo alle comunali del 2011. "La politica ha mostrato qui più che altrove la sua inadeguatezza". La replica della Iervolino: "Le chiacchiere se le porta il vento, ci dimostrino cosa sanno fare"

luca-cordero-di-montezemoloItaliaFutura, l'associazione di Luca Cordero di Montezemolo, con un articolo nella home page del proprio sito è intervenuta nelle scorse ore sull'emergenza rifiuti in Campania parlando di "fenomeno più visibile del lento allontanarsi della città da un qualunque standard di vita degno di una metropoli occidentale".

"Traffico, inquinamento, criminalità, rispetto delle regole basilari di convivenza: Napoli non è mai stata così umiliata e offesa - si legge - Il modello di sviluppo rischia di essere quello delle grandi metropoli sudamericane. Scenari meravigliosi convivono con il degrado delle periferie e di un centro storico abbandonato a se stesso".

L'associazione punta il dito contro la classe politica di destra e sinistra: "Attribuire le responsabilità di questo vero e proprio disastro è difficile. Certamente qui la politica ha mostrato più che altrove la sua inadeguatezza. Un'amministrazione comunale incompetente, arrogante, litigiosa e giudicata dai napoletani, a ragione, tra le peggiori di sempre. Ma anche una cupa e diffusa rassegnazione che contribuisce non poco al generale degrado". Perché a sentire Italia Futura, in questa città si avverte, più che nel resto d'Italia, "il rapido processo di trasformazione in un paese fai da te, dove l'unica cosa che conta è lo spazio privato".

In merito alle comunali del 2011, "nulla lascia sperare che destra e sinistra abbiano compreso la portata della sfida che attende il prossimo sindaco. A sinistra si è candidato, evidentemente in nome di una 'positiva' continuità, anche l'assessore Oddati membro della giunta Iervolino, mentre nel campo della destra, lacerata dai conflitti tra le diverse anime, è stata avanzata la candidatura di Fulvio Martusciello la cui principale qualità sembra quella di essere 'uomo del territorio' (che da queste parti non è esattamente una garanzia). Se esiste a Napoli una società civile degna di questo nome - conclude l'associazione - è arrivato il momento che inizi a far sentire la propria voce evitando pudori che non possiamo più permetterci. Anche per questo oggi appare doveroso esprimere un giudizio netto sulla qualità dei candidati e della proposta politica (di cui per ora non vi è peraltro traccia)".

Pronta la risposta del sindaco Iervolino: "Montezemolo venga e dimostri come porta avanti la città e quello che sa fare. A Napoli si dice che le chiacchiere se le porta il vento". Di segno opposto, invece, l'accoglienza di Fli nelle parole di Fabio Granata: "Un segnale importante". Il sospetto è che Montezemolo abbia scelto la Campania come una sorta di laboratorio per verificare al più presto appeal e capacità di un suo diretto impegno in politica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

social

Lotto, estrazione di giovedì 22 aprile 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento