Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Piano Marshall per il Sud: 40 miliardi in 10 anni e 500mila posti di lavoro

 

Un piano decennale che rivoluzionerà le sorti del Mezzogiorno. Questo è quanto, almeno a parole, è stato profilato durante l'incontro di questo pomeriggio all'Unione industriali di Napoli alla presenza del ministro alla Infrastrutture Graziano Delrio. 

Un piano da 40 miliardi di euro per ferrovie, metropolitane, porti, aeroporti, strade. Particolarmente interessata la Campania, con il completamento della metropolitana di Napoli, i porti di Napoli e Salerno, l'alta capcità che collegherà il capoluogo partenopeo con Bari, senza considerare gli investimenti per gli aeroporti che dovranno sgravare l'oberato scalo di Capodichino. 

Per Delrio, in alcuni settori, si tratta del più grande investimento infrastrutturale da Cavour in poi, mentre per Ennio Cascetta, presidente di Metropolitana di Napoli, "...siamo di fronte a un piano Marshall per il Mezzogiorno che porterà a 50mila nuovi posti di lavoro all'anno".

Che il piano sia stato presentato a un mese circa dalle elezioni fa storcere il naso a qualcuno. "I fondi stanziati sono già disponibili - si difende il ministro - i cittadini ne vedranno i risultati nei prossimi anni. E' un piano strategico serio per la crescita del Meridione".  

Potrebbe Interessarti

Torna su
NapoliToday è in caricamento