menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viaggio nelle dieci Municipalità di Napoli: la parola ai Presidenti

Le interviste ai Presidenti per trarre un bilancio della loro attività lunga 5 anni, individuare gli eventuali limiti che possono aver frenato il lavoro e che hanno impedito al processo di decentramento di decollare effettivamente

Anno 2005: il vecchio consiglio comunale di Napoli approva la riforma del decentramento municipale. Dopo circa un anno (maggio 2006, ndr) si sarebbe votato per nuovi enti e con nuove regole, eleggendo direttamente i Presidenti. Le precedenti 21 Circoscrizioni di Napoli furono archiviate in soffitta, molti quartieriaccorpati e dalle loro ‘ceneri’ nacquero le 10 Municipalità: maggiore autonomia, una ‘mini-giunta’ a disposizione dei Presidenti e maggiori servizi decentrati. Circa 100.000 abitanti per ogni Municipalità.

Tra le principali deleghe conferite: la manutenzione urbana, le attività sociali sul territorio della Municipalità, attività che interessano le scuole e la gestione di servizi amministrativi a rilevanza locale. Ma a distanza di cinque anni cosa è cambiato? Quali sono stati i benefici?

Abbiamo deciso di capirne di più interpellando direttamente i dieci Presidenti e cercando di individuare con loro gli eventuali limiti che possono aver frenato il lavoro delle Municipalità e che hanno impedito al processo di decentramento di decollare effettivamente. Obiettivo: capire dove intervenire per modificare le cose che non vanno.

Alcuni Presidenti avevano già un'esperienza amministrativa alle spalle, altri invece si sono ritrovati a dover affrontare una novità assoluta. Tutti comunque, tra mille difficoltà, si sono dati da fare ed hanno portato a termine questi primi 5 anni di mandato. Un’ultima considerazione: la conferenza permanente dei presidenti, organismo istituito dallo statuto delle Municipalità alla quale partecipano il Sindaco, l'assessore delegato, il presidente del Consiglio comunale ed i presidenti, si è riunito sempre meno nel tempo. Il coordinamento e la sinergia tra istituzioni potrebbe essere invece una delle ‘chiavi di volta’ per un effettiva attuazione del decentramento municipale.

IL METODO – Due tipologie di domande: ‘standard’ e ‘specifiche’. Per ogni intervista ci sono 5 domande standard, uguali per tutti i Presidenti. Le altre riguardano invece particolari questioni territoriali.

Le prime due domande standard sono generiche: abbiamo chiesto di tracciare un bilancio di questi 5 anni, in rapporto al passaggio dalle vecchie Circoscrizioni alle Municipalità; la seconda riguarda le ‘incompiute’, le cose non realizzate. Al centro di ogni intervista le domande specifiche, relative cioè a problematiche che riguardano da vicino il territorio della Municipalità. Le ultime tre domande standard riguardano rispettivamente: rifiuti, l’autovalutazione ed eventuale ricandidatura. In particolare abbiamo domandato loro se rispetto al problema dei rifiuti una maggiore delega alla nuove Municipalità non possa costituire una svolta importante per uscire da questa situazione.

L’autovalutazione: abbiamo chiesto di dare un voto al proprio operato nonché alla giunta. Ed infine abbiamo cercato di capire se i Presidenti intendano o meno ricandidarsi alle imminenti elezioni amministrative. Parallelamente alle interviste, per ogni Municipalità abbiamo chiesto a due consiglieri di commentare l’operato del Presidente nell’arco di questi 5 anni.
 

Intervista a Fabio Chiosi, Presidente della Prima Municipalità

Intervista ad Alberto Patruno, Presidente della Seconda Municipalità

Intervista ad Alfonso Principe, Presidente della Terza Municipalità

Intervista a David Lebro, Presidente della Quarta Municipalità

Intervista a Mario Coppeto, Presidente della Quinta Municipalità

Intervista ad Anna Cozzino, Presidente della Sesta Municipalità

Intervista a Giuseppe Esposito, Presidente della Settima Municipalità

Intervista a Carmine Malinconico, Presidente dell'Ottava Municipalità

Intervista a Fabio Tirelli, Presidente della Nona Municipalità

Intervista a Giuseppe Balzamo, Presidente della Decima Municipalità

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

social

Lotto, estrazione di giovedì 22 aprile 2021

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Omicidio Cerrato, la moglie: “Erano dei vigliacchi”

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento