menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Allarme inquinamento in città, Wwf: “Il Comune deve fare di più”

Situazione critica sul fronte inquinamento atmosferico in città. "Attendiamo dal Comune un nuovo piano e maggior attenzione al problema", spiega a Napoli Today la dr.ssa Ornella Capezzuto del WWF Campania

Sono dati allarmanti quelli che emergono sull'inquinamento atmosferico nella città di Napoli. A lanciare l'allarme è il Wwf. Nei primi due mesi del 2014, infatti, mediante le centraline che misurano la quantità di polveri sottili presenti nell'aria, si sono già registrati 10 sforamenti oltre i livelli permessi, sui 35 totali consentiti in tutto l’anno.

"Dal Comune ci aspettiamo una maggiore attenzione al problema - spiega a Napoli Today la dr.ssa Ornella Capezzuto dell'osservatorio sulla Mobilità del Wwf Campania - . C'è bisogno di un piano ben organizzato, di una maggiore regolamentazione e di un minore afflusso di auto nelle strade cittadine. Sono molte le iniziative che sarebbe necessario intraprendere. Non basta istituire delle zone a traffico limitato se poi all'interno di queste viene consentito il passaggio dei ciclomotori, che inquinano come le auto".

La situazione è critica anche nei pressi di alcuni presidi ospedalieri cittadini, come il Primo Policlinico ed il Santobono: "Il numero di auto che parcheggia all'interno della struttura di un ospedale come il Policlinico - conclude la dr.ssa Capezzuto - è molto elevato. Almeno in zone del genere, sarebbe particolarmente importante ed opportuno trovare una soluzione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento