De Magistris e l'incontro con Conte: tra manovra, sviluppo e caso Whirlpool

I temi trattati nell'incontro col premier nelle parole del sindaco di Luigi de Magistris

Il sindaco Luigi de Magistris ha stamane incontrato, a Roma, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte per discutere diversi punti riguardanti la città di Napoli.

“Con il premier Conte – ha spiegato il primo cittadino partenopeo al termine del colloquio – abbiamo convenuto di stringere i contatti tra Palazzo Chigi e la città di Napoli per valorizzare al massimo tutto il lavoro che si sta facendo”. “Si è parlato di quanto Napoli oggi stia creando sviluppo ed economia attraverso tante opere pubbliche in atto e altre che stanno per iniziare e della grande fase strutturale e di innovazione che sta avendo la città”.

A proposito della manovra economica

“Ho rappresentato al presidente Conte la mia preoccupazione perché la manovra non è ancora sufficiente sul piano degli enti locali – ha aggiunto de Magistris – e quindi l'ho invitato ad andare con la massima speditezza ed efficacia possibile sulle norme per il risanamento del debito e per le anticipazioni di liquidità ai Comuni e anche per alleggerire tutti i vincoli finanziari e normativi che appesantiscono gli enti locali e in particolare la città di Napoli in predissesto”.
La mancanza di interventi in tal senso impedisce “alla città di fare quel salto di qualità per migliorare i servizi nell'interesse dei cittadini e quindi di creare Pil, sviluppo e di contribuire al rilancio dell'Italia che riparte soprattutto dai territori”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il caso Whirlpool: “Proposto fabbrica bene comune”

Presidente del Consiglio e sindaco hanno anche naturalmente parlato della vicenda Whirlpool. “Ho detto al presidente del Consiglio che l'opzione principale – ha spiegato Luigi de Magistris – è far rispettare l'accordo firmato un anno fa ma ho anche prospettato di valutare una partecipazione pubblica nelle varie articolazioni - Governo nazionale, Regione, Città metropolitana e Comuni - all'interno della quota di azionariato di Whirlpool andando così a intervenire nella produzione di lavatrici e creando un brand. Dare vita dunque a una prima fabbrica bene comune in cui i lavoratori possano stare dentro alle forme di gestione, produzione e azionariato”. Tutto questo ovviamente con la massima garanzia rispetto al mantenimento dei posti di lavoro, all'innovazione e al rilancio del sito”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nel napoletano la spiaggia del sesso tra scambisti, la denuncia: "Succede di tutto"

  • Ricetta delle graffe napoletane con impasto a base di patate

  • Piedi che puzzano? un bicchierino di Vodka e il cattivo odore va via

  • Tragedia in spiaggia: uomo muore dopo un malore improvviso

  • Sirt, la dieta che fa perdere peso e migliora la salute

  • Occupa una casa con i sei figli, l'appello di Antonio: "Non mandatemi via. Voglio pagare l'affitto"

Torna su
NapoliToday è in caricamento