Politica

Grillo attacca de Magistris: "Chi gli paga lo stipendio è cornuto e mazziato"

Parole dure anche per Renzi e Pisapia: "I sindaci dovrebbero occuparsi solo delle città che amministrano fino alla conclusione del loro mandato. I municipi non sono dei trampolini di lancio per la loro carriera politica"

Beppe Grillo © Tm NewsInfophoto

Dopo il primo colpo battuto pochi giorni fa dai sindaci delle liste arancioni - "Saremo da argine ai grillini" - la parola passa a Beppe Grillo che dalle pagine del suo blog ha attaccato Luigi de Magistris oltre a Renzi e Pisapia, sindaci di Firenze e Milano.

"Liste annunciate e programmi formidabili, prêt-à-porter autunno/inverno saltano fuori ovunque - scrive Grillo - Chi li ha eletti e gli paga lo stipendio rimane attonito, cornuto e mazziato. I sindaci vogliono portare esperienze e capacità (mai) dimostrate dai Comuni in Parlamento. Si sentono sottovalutati, sono tutti potenziali premier, da De Magistris a Renzi a Pisapia. I sindaci dovrebbero occuparsi solo delle città che amministrano fino alla conclusione del loro mandato. I municipi non sono dei trampolini di lancio per la loro carriera politica. Scherziamo? Ti rompono gli zebedei per farsi eleggere e poi non si occupano del Comune a tempo pieno? È una presa per il culo. Chi gestisce città complesse come Firenze non dovrebbe neppure avere il tempo di andare al cesso. Se vuol fare altro aspetti la fine del suo mandato":


In conclusione, tutti i numeri del debito che grava su molti grandi centri italiani. "Alla fine del 2011 la classifica delle città più indebitate vedeva al primo posto Milano con 3.931 milioni di euro, quindi Torino con 3.200, Napoli 1.589, Genova 1.328, Roma 1.149, Catania 522, Firenze 495, Verona 409 e Palermo 338. Un qualunque sindaco sotto il peso di questi debiti, come un buon padre di famiglia, non dovrebbe dormire di notte"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Grillo attacca de Magistris: "Chi gli paga lo stipendio è cornuto e mazziato"

NapoliToday è in caricamento