rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Politica

La Giunta Manfredi si presenta alla città: i primi nodi da sciogliere

La nuova Giunta Comunale nominata dal sindaco si insedia presso la Sala dei Baroni: tanti i dossier importanti sui tavoli delle stanze di Palazzo San Giacomo

E' il giorno della presentazione, presso la Sala dei Baroni del Maschio Angioino, della nuova Giunta Comunale targata Gaetano Manfredi. Il nuovo sindaco di Napoli ha comunicato nella serata di giovedì la lista ufficiale degli assessori che lo accompagnerano in questa avventura alla guida di Palazzo San Giacomo

Sono numerosi e di grandi rilevanza i primi nodi da sciogliere per il neo primo cittadino, che ha mantenuto per sè, tra le altre, le deleghe al Pnrr e al Personale, la cui riorganizzazione sarà una delle principali sfide da vincere per far funzionare al meglio la macchina comunale. 

Una delle prime problematiche da risolvere per l'ex Ministro dell'Università, in collaborazione con il neo-assessore alla Polizia Municipale Antono De Iesu, sarà quella relativa alla scadenza dei contratti a tempo determinato di oltre 140 vigili urbani. Ed è noto quanto, in una grande città come Napoli, il lavoro e le funzioni della polizia locale siano fondamentali.

"Un primo dossier a cui lavorare è la questione dei 141 vigili a tempo determinato, a cui in queste ore scade il contratto. Sono ragazzi volenterosi, competenti, hanno lavorato sempre per strada e ne abbiamo bisogno. So che il sindaco Manfredi conosce la questione ed è attento. Bisogna trovare una soluzione, anche perché siamo già sotto organico e i problemi sono tanti. Ho grande stima per il nuovo assessore De Iesu, che ho avuto il piacere di conoscere quando aveva altri compiti. Esperienza e competenza, siamo pronti a collaborare”, le parole del Comandante della Polizia Municipale di Napoli, Ciro Esposito, ai microfoni di Radio Crc.

La viabilità in città e la questione delle due gallerie chiuse

Il Professor Edoardo Cosenza, neo-assessore alla Mobilità e alle Infrastrutture avrà sicuramente uno degli impegni più gravosi. La contemporanea chiusura della Galleria Vittoria e della Galleria Quattro Giornate rende attualmente la situazione della viabilità in città davvero incandescente. All'ex assessore regionale ai Lavori Pubblici l'esperienza non manca sicuramente e nelle scorse ore proprio parlando della Galleria Quattro Giornate, chiusa due giorni fa per infiltrazioni, sui social ha chiarito da subito le sue intenzioni: "Il segnale va mandato subito. La musica è cambiata. Riaprire in sicurezza e riaprire in tempi brevissimi". 

Per quanto riguarda la Galleria Vittoria, invece, il cronoprogramma prevede la consegna del cantiere a fine novembre. I lavori di manutenzione straordinaria proseguono in linea con i tempi previsti, secondo quanto reso noto da Anas nei giorni scorsi. E' stata interamente completata l’installazione delle reti di protezione della volta della galleria, mentre sono già state ultimate le lavorazioni impiantistiche eseguite in orario notturno. Completate, inoltre, per tutta l’estensione della gallerie le perforazioni necessarie al fissaggio delle carpenterie metalliche; procedono l’installazione dei relativi inghisaggi (avanzamento di oltre 500 metri) per l’alloggiamento delle carpenterie.

Attualmente Anas sta procedendo anche allo sgombero delle aree attigue alla via Arcoleo, allo scopo di permettere l’esecuzione delle attività di fresatura – in capo al Comune di Napoli, propedeutiche ai lavori di nuova pavimentazione – opportunamente concordata in orario notturno. L’ultimazione di questo intervento è prevista entro questa settimana.

La sfida del bilancio

Un compito a dir poco delicato lo avrà il nuovo assessore al Bilancio Pier Paolo Baretta. Nato a Venezia 72 anni fa, è stato Sottosegretario di Stato al Ministero dell'Economia e delle Finanze nei governi Letta, Renzi, Gentiloni e Conte-bis. La sfida del risanamento delle casse comunali partenopee è di quelle di far tremare le vene e i polsi. 

"Ringrazio il Sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, della fiducia manifestatami nell’affidarmi l’incarico di Assessore al bilancio. Questa scelta rappresenta, per me, un impegno di grande responsabilità, che svolgerò cosciente dei miei limiti, ma con l’entusiasmo che deriva dalla sfida che ci attende, dopo il brillante risultato elettorale ottenuto da Gaetano Manfredi e dalla coalizione che lo ha sostenuto. La convinta condivisione di questo percorso da parte del Partito Democratico a tutti i livelli, a cominciare dal Segretario nazionale Enrico Letta, che ringrazio della fiducia e del sostegno, testimonia l’importanza che il 'progetto Napoli' assume per tutto il Paese. Napoli è una città straordinaria, fonte di cultura, di lavoro e di bellezze incomparabili. Mettermi al servizio dei suoi cittadini rappresenta un onore e uno stimolo che affronterò con tutte le mie capacità", scrive in un post sui social Baretta. 

"Ottima notizia che Pier Paolo Baretta  abbia accettato di andare a gestire il disastrato bilancio del Comune di Napoli a fianco di Gaetano Manfredi. La sua esperienza e le sue competenze, accanto allo spirito di impegno e di servizio con cui ha sempre lavorato sono una garanzia. Buon lavoro", scrive su Twitter il segretario del Partito Democratico Enrico Letta

I nomi dei nuovi assessori con relative deleghe

Questi i nomi dei componenti della Giunta Manfredi con le relative deleghe:

Vicesindaco con delega all’Istruzione e alla Famiglia: Mia Filippone
Bilancio: Pier Paolo Baretta
Infrastrutture e Mobilità: Edoardo Cosenza
Urbanistica: Laura Lieto
Ambiente e Mare: Paolo Mancuso
Politiche sociali: Luca Trapanese
Polizia Municipale e Legalità: Antonio De Iesu
Turismo e Attività Produttive: Teresa Armato
Politiche Giovanili e del Lavoro: Chiara Marciani
Salute e Verde: Vincenzo Santagada
Sport e Pari opportunità: Emanuela Ferrante

Il sindaco Gaetano Manfredi ha mantenuto per sé le seguenti deleghe: Cultura; Porto; Pnrr, Finanziamenti europei e Coesione territoriale; Grandi Progetti; Personale; Organizzazione; Decentramento; Digitalizzazione e innovazione.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Giunta Manfredi si presenta alla città: i primi nodi da sciogliere

NapoliToday è in caricamento