rotate-mobile
Venerdì, 28 Gennaio 2022
Il caso

Albero di Natale rubato nella sede del Consiglio comunale: è polemica sulla sicurezza

Intanto l'episodio è stato denunciato alle autorità dalla presidente del Consiglio Enza Amato

Sta facendo rumore, in queste ore, il furto dell'albero di Natale avvenuto addirittura all'interno del palazzo di via Verdi che è sede del Consiglio comunale partenopeo. L'episodio, sentito l'assessore alla Legalità Antonio De Iesu, è stato denunciato alle autorità dalla presidente del Consiglio Enza Amato.

Il tema sicurezza, a questo punto anche all'interno delle sedi istituzionali cittadine e non solo tra le sue strade, è stato al centro di una riunione urgente della commissione Polizia municipale e Legalità del Consiglio, presideduta da Pasquale Esposito. L'esponente del Pd ha sottolineato che il furto dell'albero ("avvenuto, pare, nel corso della notte") pone il tema "della sicurezza dei rappresentanti istituzionali e del personale che lavora nella struttura".

"Martedì prossimo - annuncia ancora Esposito - nel corso della riunione della commissione che sarà dedicata all'esame delle variazioni di bilancio proposte dalla giunta per la sicurezza urbana, faremo proposte concrete per affrontare in modo incisivo il tema della sicurezza delle sedi istituzionali, che va ovviamente inquadrato in quello più generale della città".

Il commento di Catello Maresca

Tra i primi a rendere noto il furto è stato oggi Catello Maresca, capo dell'opposizione in Consiglio. Il magistrato ha definito la vicenda "un fatto molto grave" che "spinge a una seria riflessione sulla mancata sicurezza all’interno di una sede istituzionale e di cui viene meno la dignità stessa del lavoro di noi consiglieri. Ma soprattutto un segnale preoccupante che potrebbe nascondere altre motivazioni".

Si tratta di un episodio dal quale, secondo il consigliere, "discendono una serie di questioni: prima di tutto la sicurezza del palazzo e dei consiglieri ma anche di tutti i dipendenti che vi lavorano, poiché accade che una sede istituzionale venga violata senza particolari problemi. In secondo luogo la situazione della vigilanza dell’immobile e l’idoneità del sistema di videosorveglianza. Terza ma non ultima la preoccupazione - per il futuro - per la dignità dei consiglieri in un luogo che, di fatto, non sembra sicuro. Com’è possibile che dopo le 19 chiunque possa entrare in una sede istituzionale? Come hanno fatto ignoti a introdursi nella struttura senza essere visti né controllati da nessuno?".

La richiesta dell'ex candidato sindaco all'autorità giudiziaria è di "un pronto intervento che individui i responsabili oltre ad eventuali motivazioni dietro questo furto, che potrebbe sia essere fine a se stesso sia un segnale preoccupante nei confronti dell’istituzione più rappresentativa".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Albero di Natale rubato nella sede del Consiglio comunale: è polemica sulla sicurezza

NapoliToday è in caricamento