menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni Politiche, volano stracci in Forza Italia: la prima a lanciarli è Nunzia De Girolamo

All'indomani della consegna ufficiale delle liste per le elezioni politiche del prossimo 4 marzo esplode lo scontento dell'ex ministro dell'Agricoltura, Nunzia De Girolamo. La sua voce non è isolata, anzi accompagnata da quella di Amedeo Laboccetta e dei dirigenti di partito a Salerno

Volano gli stracci in casa Forza Italia all'indomani della consegna delle liste ufficiali dei candidati alle politiche del 4 marzo. La prima a portare le sue rimostranze nei confronti del partito è l'ex ministro dell'Agricoltura Nunzia De Girolamo che, durante la trasmissione "L'Aria che Tira", in onda su La 7 non la manda a dire e punta il dito contro il coordinatore regionale di Forza Italia, Domenico De Siano, e la collega deputata usecete ed ex ministro alle Pari Opportunità, Mara Carfagna.

De Girolamo denuncia cambi nelle liste durante la notte e sbianchettamenti di nomi, il suo in particolare, per fare posto ad altri. Nello specifico, l'ex ministro doveva essere capolista nel suo collegio per la Camera, quello di Beneveto-Avellino, posto occupato invece da Cosimo Sibilia.

A Myrta Merlino mostra la lista in cui il suo nome era in cima e chiede le dimissioni di Domenico De Siano. "Non è degno di rappresentare il territorio campano, deve essere rimosso perché la politica deve dare il buon esempio", tuona De Girolamo. l'esponente beneventana di Forza Italia ne ha anche per la collega di partito e di regione Mara Carfagna: "Era nella sede del partito nella notte in cui il mio nome è stato depennato dalle liste. Lei che s'è sempre battuta per le pari opportunità non ha mosso un dito, mi aspetto che chiarisca la sua posizione".

In oltre, Nunzia De Girolamo si sofferma sul problema etico che riguarda le liste in Campania e dice: "Purtroppo, conoscendo certi metodi di alcune persone in Campania, sono sempre stata preoccupata per queste liste, anche visto quanto accaduto cinque anni fa con la fuga di Cosentino. Quello che forse qualcuno non sa nel mio partito è che c'è sempre una manina che fa girare quelle liste, ed io l'avevo vista con i miei occhi".

Anche sulle liste di Salerno ci sono state "scelte incomprensibili e tutto a vantaggio di De Luca e dei Cinque Stelle", dicono i dirigenti cittadini di Forza Italia. Il coordinatore provinciale del partito, Gaetano Amatruda, afferma addirittura che "Forza italia Salerno è una macchina da scrivere al tempo del tablet. Sarà difficile scrivere qualcosa di interessante ed impossibile salvare qualcosa di questa esperienza. Forza Italia, a Salerno, tradisce Berlusconi".

Amatruda sottolinea che nella composizione delle liste non c'è rispetto dei territori, non c'è rinnovamento ed apertura alla società civile. "Ci siamo chiusi alle imprese ed al Mondo Accademico, una follia. C'è la resa incondizionata al sistema De Luca, non si è messa in campo una proposta all'altezza. Un errore, poi, la fuga da Salerno del leader Mara Carfagna, nella città di De Luca e dove arriva Minniti. Qui bisognava fare con più determinazione la battaglia politica, non bisogna sottrarsi e penalizzare chi, negli anni, ha affrontato e denunciato il sistema di potere".

 Per il senatore Franco Cardiello una premessa "Resto fedele dal 1994 al Presidente Belrusconi ma quanto accaduto nella nostra Provincia non può passare sotto silenzio". "È stata azzerata - ha detto- una intera classe dirigente a scapito di nomi paracadutati da Napoli. Sono certo che il livello nazionale non sia minimamente a conoscenza di quanto avvenuto, ma dovrà farsi carico delle nostre considerazioni.

Anche il consiglier provinciale Domenico Di Giorgio è amareggiato: "Qui in Campania a Salerno è prevalso, con le scelte dei candidati, l’indecente compromesso di una classe dirigente autoreferenziale, che pur di garantirsi un posto a tavola, è disposta a tutto, mortificando i territori e chi li rappresenta, questo spalancherà le porte all’anti sistema rappresentato dai 5 stelle “.

Damiano Cardiello, responsabile provinciale club Forza Silvio e capogruppo azzurro città di Eboli ritiene che il territorio sia stato umiliato con le scelte messe in campo e la mancanza di rinnovamento della classe politica e chude dicendo: "rammarico e incredulità regna tra gli iscritti, pronti a disimpegnarsi in vista del 4 marzo"."C'è modo e modo

Un altro escluso eccellente dalle liste di Forza Italia è Amadeo Laboccetta, che ha affidato il suo pensiero ad una lettera indirizzata al presidente Berlusconi. "C’è modo e modo di chiudere un rapporto", scrive Laboccetta. "Il benservito c’è modo e modo di darlo. Dietro ciascuno di noi ci sono persone, familiari, rapporti sul territorio che vanno rispettati. E invece sinora nessuno mi ha detto nulla. Nessuna spiegazione. Dalla lettura dei giornali ho appreso della mia esclusione, per il resto un assordante silenzio".

"Serbo il ricordo del nostro incontro alla convention di Ischia di settembre", scrive ancora Laboccetta, " quando con poche ma precise parole, mi rassicurasti circa la mia riconferma. Così come quando salutandomi alla presenza dell’amico senatore De Siano alla presentazione dell’ultimo libro di Bruno Vespa poche settimane addietro, hai lasciato intendere che nulla fosse cambiato. Oggi mi rimane un’amara considerazione: forse il mio impegno, il mio contributo non servono più, forse il mio tempo è scaduto? Se è così, quanto sarebbe stato bello sentirmelo dire da Te anziché non essere degnato nemmeno del poco tempo necessario per una simile incombenza", conclude Laboccetta. 

Dal partito però fanno sapere che "tutte le liste di Forza Italia sono state decise dal tavolo nazionale, condivise all'unanimità e come tali depositate dai delegati nella loro versione approvata. Per quanto attiene alle polemiche sortite in alcune regioni e in particolare in Campania, Forza Italia ribadisce che il tavolo nazionale ha deciso in tutti i casi la composizione delle liste e ogni retroscena è destituito di fondamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccini agli over 60, al via le prenotazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento