rotate-mobile
Politica

Coronavirus, tutte le principali novità per la Fase 2 illustrate da Conte

Il Presidente del Consiglio in conferenza stampa a Palazzo Chigi ha comunicato le nuove misure in vigore dal 4 al 18 maggio

Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha illustrato, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Chigi, l'allentamento delle misure sul territorio nazionale per la cosiddetta "fase 2" dell'emergenza Coronavirus in Italia, che partirà da lunedì 4 maggio. 

"In questa fase sarà importante il senso di responsabilità di ognuno di noi, rispettando le distanze di sicurezza e le precauzioni. Vogliamo tutti che il Paese riparta, ma non dobbiamo far risalire la curva del contagio. Anche nei prossimi mesi ci aspetta una sfida molto complessa", ha detto il Premier rivolgendosi ai cittadini, ai quali ha promesso che il prezzo delle mascherine chirurgiche, necessarie per la ripartenza, sarà presto calmierato a 50 centesimi. 

Per quanto riguarda gli spostamenti all'interno della Regione, fino al 18 maggio, restano in vigore le regole sin qui adottate, ma si aggiunge la possibilità di effettuare "visite mirate ai congiunti", con divieto di assembramento e uso mascherine. Restano validi anche i divieti di assembramento in abitazioni private.

Sarà consentito l'accesso a parchi pubblici, con misure contingentate e restrizioni, oltre che con distanze da rispettare e divieti di assembramento. Saranno consentiti, inoltre, gli allenamenti individuali per atleti professionisti o non professionisti riconosciuti di interesse nazionale. 

Dal 4 maggio, inoltre, saranno anche consentite le cerimonie funebri con congiunti più stretti, fino ad un massimo di 15 persone, da tenere possibilmente all'aperto e con uso mascherine e rispetto distanze. 

Sarà consentita, inoltre, attività di ristorazione con asporto, ma evitando file ed assembramenti all'esterno dei locali. Riapre anche il settore della manifattura, delle costruzioni e il settore del commercio all'ingrosso funzionale alle costruzioni, sempre rispettando i protocolli di sicurezza sul lavoro. Le prescrizioni di protocolli di sicurezza saranno valide anche per le aziende del trasporto pubblico. 

"La collaborazione con le Regioni dovrà essere ancora più integrata nelle prossime settimane", ha spiegato il Presidente del Consiglio. 

Il 18 maggio è prevista, poi, anche l'apertura del commercio al dettaglio, di musei, mostre e biblioteche, oltre che degli allenamenti per le squadre sportive. Dal 1° giugno riapertura per bar, ristoranti, parrucchieri, barbieri e centri estetici. Le scuole resteranno, invece, chiuse fino al termine dell'anno scolastico. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, tutte le principali novità per la Fase 2 illustrate da Conte

NapoliToday è in caricamento