menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Salvatore Vozza

Salvatore Vozza

Regionali, autocritica di Vozza: "Non abbiamo intercettato la voglia di cambiamento"

Il candidato alla presidenza della Campania di Sinistra al Lavoro ha commentato il non soddisfacente 3,8% ottenuto ieri

Salvatore Vozza, candidato alla presidenza della Regione per la lista Sinistra al Lavoro, ha commentato i risultati elettorali, che lo hanno visto accreditato di un 3,8% decisamente al di sotto delle aspettative.

“La campagna elettorale si conclude per noi con un risultato pesante, un brutto colpo che i numeri non permettono di smentire. Vivo con grande amarezza il risultato che abbiamo raggiunto e mi assumo tutte le responsabilità per questa sconfitta. Ora - prosegue Vozza - dobbiamo aprire una discussione profonda e avviare un progetto di cambiamento vero".

“Il primo dato di queste elezioni – ha detto il candidato di Sinistra al Lavoro – è l'astensione, è il dato più serio e dovrebbe preoccupare tutte le forze in campo in queste elezioni. E' stata una campagna elettorale complicata, a tratti anche brutta per la difficoltà di far emergere i temi programmatici, si è giocato molto sulla paura e sugli accordi di potere. D'altra parte se non siamo riusciti a raggiungere tanti cittadini che hanno scelto di non votare e se i 5 Stelle si sono affermati come l'unica forza capace di intercettare la rabbia e la voglia di cambiamento dei campani, la responsabilità è nostra, che non siamo riusciti a presentarci come coalizione capace di determinare una svolta in Campania”.

Vozza sottolinea anche che a suo parere per molti votare De Luca è stata una scelta di "voto utile" contro Caldoro. "Noi siamo apparsi come quelli senza nessuna possibilità di vincere, ma che potevano, però, determinare la vittoria del centro-destra - è l'interpretazione del candidato - Anche questa dinamica è scattata perché la nostra proposta non è apparsa convincente".

“Anche a livello nazionale - ha sottolineato ancora - per Sel e per la sinistra c'è materia per riflettere, sul percorso che deve essere fatto". "Adesso mi auguro – ha concluso Salvatore Vozza – che la Campania non precipiti in uno stallo istituzionale. Noi non abbiamo usato questi argomenti per interesse elettorale e per aumentare una polemica sterile, ma perché davvero preoccupati".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid in Campania, il bollettino: più di 2mila positivi e 14 decessi

  • Cronaca

    Presidio per Ugo Russo, la lettera commovente dei genitori

  • Cronaca

    Scavi di Pompei, emerge un carro cerimoniale perfettamente conservato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento