Elezioni Politiche 2013

Renzi a Napoli: slogan, contestazioni e momenti di paura

Alcune decine di militanti della sinistra antagonista hanno aperto uno striscione ed hanno gridato: "Vattene via". Poi il comizio al Politeama: gli attacchi a Ingroia e de Magistris

Matteo Renzi a Napoli © Tm NewsInfophoto

Grande ressa e contestazioni da parte di un gruppo di manifestanti per Matteo Renzi al suo arrivo a Napoli. Giunto in auto in piazza Trieste e Trento, Renzi aveva cominciato a rispondere alle domande dei giornalisti quando sono sopraggiunte alcune decine di militanti della sinistra antagonista che hanno aperto uno striscione ed hanno gridato: "Vattene via".

Nella breve ma accesa contestazione vi sono stati anche momenti di paura. Renzi,  accompagnato dai leader campani del Pd Enzo Amendola e Gino Cimmino,  è stato fatto entrare in tutta fretta in una sala del vicino caffé Gambrinus. Successivamente la Digos ha reso noto che gli autori della contestazione appartengono al "Collettivo disoccupati flegreì. Sullo striscione aperto in piazza Trieste e Trento e sequestrato dalla polizia che avrebbe identificato alcuni dei contestatori era scritto: "Il cambiamento è nella strada e nella lotta. Non nella cabina elettorale. Non votate".

In serata il comizio al teatro Politeama, durante il quale Renzi ha attaccato Ingroia e Grillo e lo stesso sindaco de Magistris, non candidato alle elezioni ma ispiratore di Rivoluzione civile, il movimento di Ingroia: "Chi vuol far vincere Berlusconi, voti per loro". E ancora: "Se Ingroia perde, torna a fare il giudice. Come se niente fosse. Ma pensate agli altri giudici, che continuano a fare il loro lavoro: e con la loro reputazione messa in discussione proprio da gente come Ingroia".


Renzi è tornato sulla questione delle tasse ribadendo di ritenere giusta "la restituzione di una rata dell'Imu" ma avvertendo che non si tratta di abbassare solo il carico fiscale, ma di "restituire la speranza e la fiducia agli italiani. La detassazione non può essere solo un tema da campagna elettorale. Nella mia città io ho abbassato Irpef ed Imu, ma vedo che c'é un governo centrale che le ha alzate e che solo in campagna elettorale annuncia battaglia per abbassarle. Vorrei che trattassimo gli italiani non come consumatori, ma come cittadini. Allora, ben venga che qualcuno proponga la restituzione di una rata dell'Imu, ma vorrei che restituissimo la speranza e la fiducia agli italiani".

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renzi a Napoli: slogan, contestazioni e momenti di paura

NapoliToday è in caricamento