rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Elezioni regionali 2010 Secondigliano / Corso Secondigliano

De Luca a Scampia e Secondigliano: “Non abbandonate queste terre”

De Luca, il candidato del Pd, si è recato a Napoli nei quartieri di Scampia e Secondigliano. Il sindaco di Salerno ha dichiarato: “Da qui un messaggio di speranza. Cambiare tutto è possibile. Sosteneteci.”, poi l’appello: “Riscopriamo la militanza”

Nel giorno in cui iniziano a spuntare i primi manifesti 6x3 con la faccia di De Luca, il sindaco è a Napoli per una due giorni di incontri. Ieri incontri con i cittadini dell’area Nord di Napoli. Oggi con imprenditori e artigiani.

Il candidato presidente inizia il suo tour nell’Aula consiliare di Scampia , ad accoglierlo l'Assessore della Municipalità alle politiche educative e culturali Maria De Marco. Incontra i ragazzi del progetto teatrale “Arrevuoto”. “Non parlerò di camorra - premette - ma di Europa, lavoro e solidarietà. Assurdo parlare di legalità se non c’è lavoro. Non servirebbe”.
Con lui sostenitori provenienti da molte parti della Campania. “De Luca. Una speranza c’è” recitano i manifesti, e il primo cittadino salernitano ci tiene a trasmetterla  ai cittadini stringendo le mani.

Ci si sposta al Corso Secondigliano. La pioggia battente sconsiglia il corteo previsto e ci si sposta tutti all’Hotel Fiorentina”, nei pressi del quadrivio. La sala dell’hotel è piena. Fuori viene montato un monitor e delle casse per diffondere il comizio; ben presto si affolla anche l’atrio esterno. De Luca esorta i ragazzi a non abbandonare queste terre. “Se ci sosterrete- promette il sindaco- cambierà tutto.”

Poi spiega le sue proposte sulle tematiche del lavoro. La realizzazione di un grande distretto turistico della fascia costiera come volano di sviluppo e occupazione. Stage presso le aziende, a spese di Regione ed Enti locali, destinati ai giovani laureati e diplomati.

Parla del “progetto Europa”. La creazione di uno “Sportello unico per i Servizi Sociali” per creare uno “standard minimo di civiltà” dei quartieri con l’intento di “elevare il grado di vivibilità dei territori”. “Non è possibile – spiega De Luca – che un padre di famiglia deve andare in uffici diversi per le pratiche che riguardano casa, sanità , per i servizi sociali”
“Dobbiamo essere ambiziosi” incalza. elevare il grado di vivibilità di questi quartieri a livelli europei. Creazione di lavoro attraverso la costituzione di cooperative per l’assistenza socio -  sanitaria, per la pulizia e manutenzione dei quartieri per la gestione di impianti sportivi e parcheggi; questo il De Luca - pensiero. Pochi grandi progetti su cui concentrare energie e risorse economiche disponibili.

I giovani visti come i protagonista della rinascita di questi territori. La banda larga, e sale di registrazione per i giovani che vogliono suonare senza dare fastidio agli altri abitanti dei condomini. Le proposte, premette, richiedono la collaborazione e la responsabilità dei comuni.

Infine il progetto “Figli Nostri” rivolto ai figli dei detenuti, per stare vicino a questi bambini, censire e stilare un programma socio-culturale, sostenerli e affiancarli nella crescita.
Con l’asilio delle associazioni presenti sul territorio che conoscono queste realtà. Progetti contro la dispersione scolastica. Tutto ciò- conclude il sindaco -  vale più di mille soldati. Ancora gente che si avvicina per stringergli la mano.
Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca a Scampia e Secondigliano: “Non abbandonate queste terre”

NapoliToday è in caricamento