Nonno (Pdl) il re dei voti. Su di lui l'accusa di devastazione

Nel 2008 avrebbe ordinato di bruciare alcuni autobus durante le proteste contro la riapertura della discarica di Pianura. Fa flop Cristiana Sinagra, mamma di Diego Armando junior

Marco Nonno, candidato tra le fila del Pdl, il più votato in assoluto per il Consiglio comunale di Napoli con 3604 preferenze. La sua candidatura aveva suscitato perplessità: ex An, su Nonno pende l'accusa di concorso in devastazione per la rivolta nel 2008, della gente di Pianura, suo quartiere, contro la possibilità di riaprire la discarica in contrada Pisani. Insieme a Giorgio Nugnes, assessore comunale toltosi la vita nel novembre dello stesso anno per una fuga di notizie su un'altra inchiesta che lo riguardava, quella sul Global service, maxi-appalto per la manutenzione delle strade cittadine, fu accusato di essere il regista della rivolta. Altro candidato al centro della discussione in campagna elettorale Achille De Simone, capolista dell'Adc di Pionati che, a scrutinio terminato, ha riportato 414 preferenze. De Simone fu arrestato nel novembre del 2009 nell'ambito di una inchiesta sul clan Sarno. Consegnate le liste, Lettieri invitò a non votarlo.

Dopo Nonno si è piazzato Marco Mansueto, altro consigliere uscente e suo collega di partito con 3271. Nella scorsa tornata elettorale, quella del 2006, Mansueto ottenne 2566 piazzandosi secondo solo dietro a Silvio Berlusconi, capolista di Forza Italia a Napoli. Terzo in quanto a preferenze totali Antonio Borriello consigliere uscente ritenuto vicino all'ex governatore Bassolino e capogruppo a intermittenza del Pd. Tra i più votati ancora un uscente: Ciro Fiola con 2955 voti. Gabriele Mundo, del Pdl, volto nuovo in via Verdi, ha ottenuto 2879 voti. Già assessore comunale per il Psdi nel '92-'93, oggi capo della segreteria politica di Ermanno Russo, assessore all' Assistenza sociale della Regione Campania. Bene Stanislao Lanzotti, figlio dell'assessore alla Cultura della Regione Campania Caterina Miraglia, altro riconfermato, sempre del Pdl con 2747 voti. Antonio Esposito, nuovo in Consiglio, candidato del Pd, ha ottenuto 2578 voti seguito da Salvatore Guangi del Pdl con 2571 preferenze. Per Forza Sud Socialisti liberali il più votato è Domenico Palmieri, uscente, con 2514 voti. Passati da poco in Fli, dal Pdl, i consiglieri uscenti Andrea Santoro e Raffaele Ambrosino, hanno conseguito buone performance: il primo con 1219 preferenze, il secondo con 1186. Lettieri aveva puntato sull'imprenditrice Rossella Paliotto come capolista, che però, ha ottenuto, alla resa dei conti, 964 preferenze. Risultato migliore, invece, per Umberto De Gregorio, capolista del Partito Democratico che ha ottenuto 1216 voti.

Tra i candidati noti, Crisitiana Sinagra, mamma di Diego Armando junior, in lizza tra le fila Terzo Polo di Centro Democrazia Cristiana ottiene pochissimi voti: 2. (Ansa)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Giovani in strada fino a tarda notte, da Napoli arriva una soluzione alternativa

  • Un Posto al Sole, sospese le repliche: "In arrivo le nuove puntate"

  • L’acqua ossigenata nella cura contro il Covid-19: lo studio napoletano

  • Post Coronavirus: le nuove tendenze del mercato immobiliare

  • Ritorno a scuola, De Luca incontra i pediatri: "Vaccinazione per i bambini e dpi nelle classi"

  • Nuova ordinanza di De Luca: pubblicato il testo e le linee guida (I DOCUMENTI)

Torna su
NapoliToday è in caricamento