menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La scuola vista da Lettieri: apertura pomeridiana nei quartieri a rischio

Il candidato sindaco presenta a Bagnoli la seconda parte del suo programma "La città che funziona". Educazione scolastica, rifiuti, trasporti e ambiente in esame. Coinvolte le associazioni di volontariato

"Una città che funziona offre prima di tutto scuole dove i bambini e i ragazzi possono studiare e imparare il senso civico che poi restituiranno alla loro città". Così Gianni Lettieri, all'interno della scuola 53esimo Circolo didattico di via Neghelli a Bagnoli, ha cominciato la presentazione della seconda parte del suo progamma "La città che funziona" e che prende in esame i progetti su scuola, rifiuti, trasporti e ambiente.

"Le scuole sono al centro del nostro programma che punta soprattutto sui giovani - spiega Lettieri - e su questo tema lavoreremo per l'apertura pomeridiana delle scuole, soprattutto nei quartieri a rischio, con percorsi educativi alternativi, attività sperimentali e laboratori, coinvolgendo anche le associazioni di volontariato che sono sul territorio".


La seconda parte del programma punta anche sul tema dei rifiuti che parte dalla raccolta differenziata: "Entro i primi 100 giorni cominceremo ad allargare la raccolta differenziata porta a porta con l'obiettivo realistico di arrivare al 50 per cento entro il primo anno del mandato", ha detto Lettieri, sottolineando anche la necessità di individuare "immediatamente un sito di trasferenza" e di "realizzare un sito di compostaggio per il trattamento dei rifiuti organici, che permetta di produrre e vendere compost ed energia elettrica". (fonte Ansa)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Dal 26 aprile tornano le zone gialle, Campania in bilico

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento