Sant'Anastasia, la protezione civile chiede aiuto ai candidati

Con una lettera aperta ai cinque candidati a sindaco di Sant'Anastasia, Carmine Romano, coordinatore del nucleo comunale di Protezione civile, chiede "gli strumenti per mettere in sicurezza il territorio

Carmine Romani, coordinatore del nucleo comunale di Protezione civile, chiede "gli strumenti per mettere in sicurezza il territorio e garantire l'incolumità dei cittadini". Per farlo scrive una lettera aperta ai cinque candidati sindaco alle prossime elezioni comunali: Giovanni Barone, Carmine Esposito,  Pasquale Miniero, Paolo Esposito, Carmine Capuano.

Romano sottolinea che il nucleo opera in locali inadeguati, con infiltrazioni d'acqua che hanno danneggiato il materiale in uso, e che il piano comunale di emergenza non è stato ancora aggiornato o divulgato ai cittadini. "Il mancato aggiornamento del Piano comunale di emergenza - ha scritto Romano - e la mancata diffusione dello stesso, insieme alle difficoltà a poter liberamente usufruire dei locali del COC pongono il Comune di Sant'Anastasia nella posizione di non poter garantire una risposta efficace e tempestiva ad un'eventuale emergenza, mettendo così a rischio la sicurezza della cittadinanza. Vi chiediamo di inserire nel confronto elettorale le tematiche relative alla sicurezza dell'ambiente ed alla protezione civile".
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, 1103 casi in Campania: l'aggiornamento della Protezione civile

  • Muore commerciante di Salvator Rosa, la cognata: "Non hanno voluto farle il tampone"

  • Schianto su corso Campano, sbalzati dallo scooter: paura per due ragazzi

  • Morte lavoratore Anm, tra un anno sarebbe andato in pensione: positivo dopo un viaggio al nord

  • Coronavirus, salgono a 1309 i contagiati in Campania

  • Lapo Elkann promette aiuti a Napoli: “Non posso dimenticare le mie origini”

Torna su
NapoliToday è in caricamento