menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marinella: "Napoli è un brand eccezionale, ma lo stiamo massacrando"

L'imprenditore a pochi giorni dalle elezioni: "Credo che Luigi de Magistris e Gianni Lettieri si divideranno la maggior parte dei voti e andranno al ballottaggiio"

"È una competizione ancora incerta, secondo me. Credo che Luigi de Magistris e Gianni Lettieri si divideranno la maggior parte dei voti e andranno al ballottaggiio". Così l'imprenditore Maurizio Marinella in un'intervista al Mattino a pochi giorni dalle elezioni.

Sul sindaco in carica: "All’inizio del mandato l’ho molto attaccato. Adesso ho recuperato. C’è un rapporto più sereno, ma non sopporto i toni urlati e anche volgari come quelli usati nel comizio in cui ha attaccato Renzi. Serve una politica che ragioni e che non urli, per il bene di Napoli". Su Lettieri invece: "Con lui ho ottimi rapporti. Ci siamo confrontati di recente. Ha toni più tranquilli e meno urlati, ragiona di più. Apprezzo molto la concretezza, in generale. Per anni abbiamo ascoltato solo promesse mai mantenute. Eppure non servono scelte eccezionali, ma solo la normalità".

"Vorrei che Napoli si riprendesse - ha sottolineato Marinella -  e sembra che la città stia vivendo una nuova giovinezza. È piena di turisti che appaiono soddisfatti. Napoli è una città che, per i forestieri, ha un costo della vita molto più allettante rispetto ad altre città. Per mangiare bene e dormire meglio si paga molto meno che altrove. E poi a due passi ci sono Capri, Ischia, Sorrento, Positano, Pompei, Ercolano".

E ancora: "Napoli potrebbe ridiventare la capitale del Grand Tour, ma ci perdiamo nell’inefficienza e non sappiamo fornire servizi pubblici all’altezza. Ci vorrebbero un po’ più di pulizia e di decoro urbano. Napoli è un brand eccezionale. Quando vado all’estero e dico che sono napoletano negli occhi dei miei interlocutori si accende una luce particolare, diversa da quella che si accenderebbe se dicessi di essere torinese. Eppure questo brand lo stiamo massacrando con le immagini dei rifiuti, con la Terra dei Fuochi, con la serie Gomorra".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il Commissario Ricciardi ritornerà: la seconda stagione non è un'utopia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Attualità

    Festival di Sanremo, chi è Greta Zuccoli

  • Media

    Un Posto al Sole, le anticipazioni delle puntate dall'8 al 12 marzo

  • Media

    "Live - Non è la D'Urso" chiude, nuovo programma per la conduttrice

Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento