menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
De Magistris parla dal palco di Piazza Dante (foto Facebook Luigi de Magistris)

De Magistris parla dal palco di Piazza Dante (foto Facebook Luigi de Magistris)

De Magistris, l'appello ai giovani a rischio di Napoli: "Posate le armi e imbracciate chitarre"

Il Sindaco di Napoli parla dal palco di Piazza Dante in occasione dell'evento NapoliSona: "C'è una battaglia che dobbiamo combattere tutti insieme ed è la più complicata: togliamo le armi ai ragazzi di questa città"

"C’è una battaglia che dobbiamo combattere tutti insieme ed è la più complicata: togliamo le armi ai ragazzi di Napoli. Posate le armi, imbracciate chitarre, prendete batterie. Siamo qua, c’è un’alternativa, posate le armi, basta violenza in questa città". Così il Sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha parlato sabato sera dal palco di Piazza Dante in occasione di NapoliSona, il concerto che ha visto alternarsi sul palco molti artisti napoletani, tra cui Enzo Avitabile ed Edoardo Bennato.

"Napoli ha un cuore enorme - ha proseguito il primo cittadino partenopeo - . Sono molto emozionato perché ricordo questa piazza cinque anni fa. Per i prossimi cinque anni il mio cuore sarà tutto per Napoli. Il mio impegno è quello di portare Napoli come capitale del riscatto morale, della cultura, dei giovani. Non dobbiamo lasciare nessuno indietro, dimostriamo che chi è ultimo diventa primo. Qui siamo tutti clandestini o nessuno, perché noi accogliamo, non respingiamo. In questa città dobbiamo provare a dimostrare che anche chi si sente ultimo, si sente oppresso, in difficoltà, trova sempre qualcuno che non lo calpesta e gli dà una mano".

"Dimostriamo di essere altro rispetto alle mafie, alla camorra, alla corruzione, che abbiamo un cuore grande, che vogliamo la cultura, l’arte, l’amore. C’è una battaglia che dobbiamo combattere tutti insieme ed è la più complicata: togliamo le armi ai ragazzi di Napoli. Posate le armi, imbracciate chitarre, prendete batterie. Siamo qua, c’è un’alternativa, posate le armi, basta violenza in questa città. Questa è la città di tutti. Napoli sarà nei prossimi cinque anni rifugio e capitale di chi non sa dove andare. Venite a Napoli e troverete un grande cuore. M’impegno a dare tutto me stesso per questa città. Solo Napoli nel cuore", ha concluso de Magistris.

L'evento, iniziato poco prima delle 21, è andato avanti fino all'1. Pienissima di giovani e non, la piazza, che si è accesa sulle note delle canzoni di Bennato e ha poi saltato e ballato ininterrottamente per due ore con la musica di Enzo Avitabile e dei Bottari di Portico.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Divano: a cosa fare attenzione prima di procedere all'acquisto

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

NapoliToday è in caricamento